Il Pd si spacca sulla legge elettorale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:26

Monta la confusione nelle file dei democratici, divisi sulla legge elettorale. Secondo quanto riportato dai beniformati, alcuni esponenti del Pd come Walter Veltroni, Arturo Parisi e Pier Luigi Castagnetti starebbero meditando di promuovere un referendum per il ritorno al Mattarellum. Un’idea che avrebbero già esposto al segretario del partito, Pier Luigi Bersani, ottenendo in risposta un netto niet. “Mi stupirei se dei dirigenti del Pd promuovessero un referendum”, ha detto ieri Bersani, costretto in un angolo dai “veltroniani” (che spingono per un ritorno al sistema maggioritario) e i “dalemiani”, capitanati da Stefano Passigli, sostenitori del sistema proporzionale. Chi la spunterà?

Pd diviso su legge elettorale – Non c’è pace per il Pd: a far vacillare le malferme fondamenta dello schieramento guidato da Pier Luigi Bersani è questa volta la legge elettorale. All’interno del partito si sarebbero, infatti, costituite due “frange”, impegnate a sostenere due diversi sistemi. Da una parte i “dalemiani” capitanati da Stefano Passigli, che propongono il sistema proporzionale e dall’altro i “veltroniani” che sponsorizzano, invece, il ritorno al maggioritario. Veltroni, Parisi e Castagnetti avrebbero già incontrato Pier Luigi Bersani per riferirgli dell’intenzione di promuovere un referendum, ottenendo dal segretario un perentorio stop.

La frenata di Bersani – “Mi stupirei se dei dirigenti del Pd promuovessero un referendum – ha dichiarato ieri il segretario – La mia linea generale è che il Pd non promuove i referendum, può appoggiarli, sostenerli, ma ci sono cose che toccano alla società civile e cose che toccano ai partiti”. Una chiusura a cui Bersani avrebbe fatto ricorso per evitare lo scontro frontale con l’altro schieramento interno, quello capitanato da Stefano Passigli, promotore di un referendum filo-proporzionale. Che, secondo i beninformati, beneficerebbe dell’appoggio di Massimo D’Alema e della Cgil.

La Bindi tifa per il Mattarellum – A complicare la matassa è intervenuta anche il presidente del Pd, Rosy Bindi, che ha dichiarato la sua vicinanza al fronte filo-maggioritario dei “veltroniani”: “Mi preoccupa il referendum Passigli – ha detto la democratica – Riterrei invece interessante un referendum per reintrodurre il cosiddetto Mattarellum. Sosterrò il referendum anche se non lo promuovo”.

Maria Saporito