“Traffic Free Festival 2011”: De Gregori in piazza a Torino, duetta con Cristina Donà

Francesco De Gregori, Cristina Donà e Le Luci della Centrale Elettrica: questi sono i primi artisti che saliranno sul palco del Traffic Free Festival 2011 in Piazza San Carlo, giovedì 7 luglio, a partire dalle 20.30. Una serata dedicata alla canzone d’autore, rappresentata in primo luogo da chi ne è Principe incontrastato, Francesco De Gregori, il figlio putativo in terra italica di Bob Dylan e Leonard Cohen. A precederlo sul palco ci sarà la voce ammaliante di Cristina Donà, il cui ultimo album Torno a casa a piedi ha riscosso successo di pubblico e critica. E poi Vasco Brondi, in arte Le Luci della Centrale Elettrica, di cui lo scrittore Marco Lodoli ha parlato di recente come di un “nuovo De Gregori”; insomma, domani sera a Torino sarà quasi un vero e proprio passaggio di testimone.

La commistione fra artisti diversi è sempre stata la cifra stilistica di Traffic: confermando questa attitudine, domani sera i tre musicisti collaboreranno fra loro per duetti inediti, concludendo con un’esclusiva versione corale di Viva l’Italia. Un altro celebre artista italiano sarà protagonista domani di un incontro al Circolo dei Lettori, alle 18.00: il controverso Morgan incontrerà uno dei più importanti fotografi nazionali, Guido Harari, e Cesare Vaciago per parlare di Giorgio Gaber, della sua opera e del suo essere sempre refrattario alla retorica e ai luoghi comuni.
Continuano intanto gli appuntamenti al Cinema Massimo: dalle 16.30 verranno proiettati i film Lavorare con lentezza, La voce Stratos , Paz! e Parco Lambro. La notte invece inizia all’insegna della moda, presso il Cortile della Farmacia del Museo Regionale di Scienze Naturali, con la sfilata di Autopsie Vestimentarie, che dopo la mezzanotte presenta una collezione “in divenire”: piccole serie di capi esclusivi realizzati sartorialmente con tessuti di alta gamma. A seguire, salirà in consolle per un DJ set Riva Starr, al secolo Stefano Miele, artista partenopeo emigrato a Londra e ora affermato su scala planetaria .
R. D. B.