Yellowstone Park: orsa sbrana visitatore

Usa: femmina di grizzly attacca e uccide un escursionista. E’ accaduto nel Parco nazionale di Yellowstone, in Wyoming, nella zona del lago Wapiti. L’uomo, il cui nome sarà reso noto solo dopo la notifica alla famiglia, stava passeggiando assieme alla moglie lungo un sentiero del parco, quando si è inconsapevolmente avvicinato troppo al cucciolo dell’orsa bruna, nel tentativo di fotografarlo. Mamma grizzly, presa dall’istinto materno, forse per proteggere il suo piccolo, ha improvvisamente aggredito e sbranato il visitatore sotto gli occhi della moglie che è riuscita a scappare.  Bisogna risalire al lontano 1986 per avere notizia di una simile tragedia in questo celebre parco che si trova nello Stato nord occidentale del Wyoming.

Evacuata la zona. “In un apparente tentativo di difendere i cuccioli da quella che l’animale ha percepito come una minaccia, l’orsa ha attaccato ferendo a morte l’uomo“, ha riferito il Parco in un comunicato. Gli inquirenti, stando a quanto riportato dal Daily Telegraph, stanno adesso interrogando la moglie. La tragedia si è consumata nel Wapiti Lake Trail, nei pressi del Canyon Village,proprio in mezzo al parco, secondo il portavoce Al Nash, il quale ha precisato che al momento non è stato preso alcun provvedimento contro l’orsa. “E’ complicato per l’area in cui è accaduto”, ha spiegato Nash. “E’ una zona remota del parco, dove l’accesso e la comunicazione sono limitati”. I rangers sono al momento impegnati ad evacuare l’area dagli escursionisti, mentre tutti i sentieri e i campi della zona sono stati chiusi.

Raffaele Emiliano