Lodo, De Magistris ironico: una piccola somma a Napoli

Lodo Mondadori, De Magistris e i soldi a Napoli. il neo-sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, liquida con una battuta la sentenza d’Appello sul Lodo Mondadori, che condanna la Fininvest a risarcire la Cir con 560 milioni di euro. Un verdetto che ha valore esecutivo e che riduce di 190 milioni la condanna di primo grado, escludendo le spese legali. “Che bello – ha scherzato De Magistris durante la trasmissione Un giorno speciale, in onda su Radio Radiose una piccola piccola piccola parte di quella somma potesse venire nelle casse del comune di Napoli” . D’altra parte il conduttore è sicuro, “Se lei lo chiede a Berlusconi lo farà”. “Questa è una domanda interessante – ha ribattuto De Magistris, perchè Berlusconi ha promesso di  aiutare Napoli, indipendentemente da chi avrebbe vinto le elezioni“.

Le altre reazioni. E’ stata una pioggia di reazioni quella che è venuta dal mondo della politica una volta appresa la sentenza d’Appello sul Lodo Mondadori. Il leader dell’IDV, Antonio di Pietro che ai microfoni di Sky Tg24 ha spiegato che “non c’entra niente ne’ la politica ne’ il governo. Dobbiamo immediatamente contestare qualsiasi tentativo di buttarla in politica” e poi ha aggiunto: “abbiamo a che fare con un imprenditore che tanti anni fa ha imbrogliato un altro imprenditore”. Di tutt’altro avviso il Ministro La Russa che ha parlato di “sentenza attesa. Nessuno – ha detto il titolare del Ministero della Difesa – si faceva molte illusioni che le buone ragioni che Berlusconi ci ha illustrato piu’ volte venissero riconosciute”.

PD, dichiarazioni preoccupanti famiglia Berlusconi. “Preoccupano molto le dichiarazioni della stessa famiglia Berlusconi che sfiorano l’eversione e si pongono pericolosamente fuori dalla legalita” Lo avrebbe detto Ettore Rosato, dell’Ufficio di presidenza del Gruppo del Pd alla Camera, secondo quanto riportato dall’Agenzia Asca. Soddisfatta la Cir, che in un comunicato stampa tiene a precisare che “il contenzioso giudiziario sul Lodo Mondadori, relativo a fatti avvenuti oltre venti anni fa, riguarda una storia imprenditoriale ed è completamente estraneo all’attualità politica”.

A.S.