Tragedia nel pisano: madre e figli carbonizzati in auto, forse un suicidio

Tragedia nel pisano. madre e figli trovati carbonizzati in auto. I corpi carbonizzati di una donna e due bambini sono stati trovati all’interno di un’automobile nei pressi della farmacia di San Pietro in Belvedere, nel comune di Capannoli, in provincia di Pisa. L’auto, una Bmw, era parcheggiata in una strada secondaria appena fuori dal centro abitato. Da una via vicina, alcuni testimoni avrebbero visto del fumo e sentito uno scoppio. I vigili del fuoco, arrivati sul posto pochi minuti dopo, hanno spento le fiamme e ritrovato i  tre corpi carbonizzati all’interno dell’abitacolo. Dai primi accertamenti risulta che la donna, 40 anni, era fiorentina, mentre i due bambini avevano 11 e 3 anni. Tutti e tre erano sul sedile posteriore dell’auto, abbracciati.

Forse un omicidio-suicidio. Tra le cause dell’incendio prende corpo l’ipotesi di un omicidio-suicidio. Alcuni passanti, che in un primo momento avevano pensato a un semplice incendio di sterpaglie alle porte dell’abitato, sostengono di aver visto il fumo uscire dall’auto, quindi di aver udito un forte scoppio prima che la macchina esplodesse. Non si sarebbe trattato, quindi, di un’esplosione improvvisa. Dopo i vigili del fuoco sono arrivati sul luogo della tragedia anche i carabinieri insieme con il pm di Pisa Antonio Giaconi. Forse all’origine del gesto una crisi depressiva o un momento di disperazione. La donna aveva anche un compagno, padre a sua volta di un altro bambino; i carabinieri stanno cercando di mettersi in contatto con l’uomo.

R. E.