Calciomercato Roma: obiettivo Kjaer in difesa, Nego ha firmato

Calciomercato Roma – Simon Kjaer è l’obiettivo numero uno del club di DiBenedetto. Il danese, attualmente in forza al Wolfsburg, rappresenta l’oggetto dei desideri del direttore sportivo Sabatini, alla ricerca di un tassello di spessore per rinforzare la retroguardia giallorossa. Portato al Palermo dall’allora ds Rino Foschi che lo prelevò dal Midtjylland per 3 milioni di euro, fu gestito per due anni proprio da Sabatini, che quindi conosce a fondo le potenzialità del ragazzo e le enormi possibilità di miglioramento. 22 anni, è considerato uno dei giovani difensori più talentuosi al mondo: bravo nel gioco aereo, ha buon senso della posizione e, sfruttando i suoi 190 cm sa farsi valere anche in zona gol.

Prima offerta rifiutata – “Da parte nostra c’è un certo interesse, vedremo quali saranno idee del Wolfsburg su questo giocatore” ha affermato Sabatini. La prima offerta giallorossa di 10 milioni di euro è stata rifiutata dalla squadra teutonica che appena un anno fa pagò il difensore danese 12,5 milioni di euro. Tuttavia, c’è ancora spazio per svolgere una trattativa e, se la dirigenza romanista darà il suo assenso all’operazione, sicuramente Kjaer vestirà la maglia giallorossa il prossimo anno. Sarebbe, infatti, un giocatore perfetto per ringiovanire e regalare centimetri alla non più giovanissima difesa romanista. Un difensore già affermato, con ampia esperienza in campo internazionale, costituirebbe un vero e proprio colpo per il futuro della nuova Roma.

Nuovo colpo in difesa – Aspettando l’evolversi della trattativa per il danese, il club giallorosso ha già messo in cassaforte un nuovo difensore. Si tratta di Loic Nego, 20 anni, terzino destro di nazionalità francese. Svincolatosi dal Nantes appena retrocesso in Seconda Divisione, giunge nella Capitale a parametro zero. Secondo “L’Equipe”, il giocatore transalpino avrebbe appena firmato un contratto quadriennale. Alla fine del mese sarà impegnato con la sua Nazionale nel Mondiale Under 20 in Colombia, perciò sarà aggregato alla Roma solo successivamente.

Emanuele Ballacci