Melania, gli inquirenti si ricordano del navigatore satellitare di Parolisi

Stando a quanto riportato dalla testata giornalistica Bergamosera, gli inquirenti che da quasi tre mesi cercano di venire a capo del giallo di Ripe di Civitella, la località marchigiana dove il 20 aprile venne ritrovato il corpo senza vita di Melania Rea, potrebbero scegliere di giocare un’ulteriore carta nel tentativo di fare chiarezza sulla vicenda.
Alcune fondamentali risposte, infatti, potrebbero venire dall’analisi del navigatore satellitare posseduto da Salvatore Parolisi, il marito della vittima e unico indagato per l’assassinio.
Parolisi, caporalmaggiore del 235° Reggimento Piceno, ha sempre dichiarato di essersi trovato insieme alla moglie a Colle San Marco, poco prima che Melania sparisse, ma la versione non è mai stata suffragata da riscontri scientifici né dalle testimonianze di coloro che quel giorno si trovavano nel piccolo comune ascolano.

La strada – Secondo molti, Parolisi potrebbe aver inventato di sana pianta il racconto: a Colle San Marco potrebbe esserci stato soltanto a delitto compiuto, per inscenare un depistaggio. Ripe di Civitella, comune in provincia di Teramo, dista circa quindici chilometri da Colle ed è proprio a proposito del percorso compiuto dalla coppia che forse si cercherà di trovare delle risposte all’interno del navigatore satellitare.
Anche in questo caso, tuttavia, non si può fare a meno di notare che, qualora questa indiscrezione si dimostrasse corrispondente alla realtà, gli investigatori deciderebbero di agire con gli accertamenti soltanto dopo più di due mesi e mezzo dalla tragedia. Capire i motivi di tali tentennamenti non è semplice.

Il caso delle gemelline – Quella di far analizzare la memoria del navigatore satellitare è una possibilità già percorsa, purtroppo senza successo, in un altro caso di cronaca: quello riguardante la scomparsa delle gemelline svizzere Alessia e Livia Schepp, sparite dopo un week-end passato con il padre Matthias, poi suicidatosi a Cerignola lo scorso 3 febbraio.

S. O.