Milan, Berlusconi: “Potrei lasciare le quote di maggioranza”

Cessione ad un arabo? – Di recente è stata emessa una sentenza che ha minato molto alla tranquillità di Silvio Berlusconi, premier del nostro Paese e Presidente del Milan: la sentenza d’Appello di Milano, infatti, ha condannato la Fininvest, azienda che vede Berlusconi impegnato con l’intera famiglia, a pagare alla Cir di De Benedetti 560 milioni per il Lodo Mondadori. Una cifra importante che potrebbe riguardare da vicino anche il Milan, dato che, per questioni transitive, ha colpito anche il proprio presidente.

Galliani rassicura – “Potrei cedere ora le quote di maggioranza, ora che il Milan ha vinto lo scudetto ed è appetibile – avrebbe dichiarato il Premier – io resterei come presidente onorario, per quello che ho fatto in questa squadra, ma un magnate arabo potrebbe subentrare al 51%” riporta La Repubblica. Sulla questione era intervenuto anche Adriano Galliani: “So quanto queste sentenza faccia male alla Finivest, ma so anche quanto Berlusconi ami la sua squadra e la sua società: non la lascerà nemmeno dopo questo colpo. Si colpisce anche il Milan , dato che la Finivest è la proprietaria – ha continuato l’amministratore delegato che si trovava in Toscana per un talk show insieme con l’allenatore rossonero Massimiliano Allegri – del futuro se ne occuperà Berlusconi in qualità di presidente”.

Berlusconi sarà al ritiro – “Quando Berlusconi prese il Milan in un’aula di tribunale nel 1986 era già innamorato della società: ora lo è ulteriormente. – ha continuato Galliani sempre a La Repubblica – Sarà ovviamente presente a Milanello quando partirà il ritiro della squadra, il 12 luglio, e vi dico semplicemente che è reattivo e ha subito reagito a questa sentenza, che è un qualcosa che colpisce in maniera fortissima il Milan.”

Mario Petillo