SBK, Rep.Ceca: vittoria per Melandri e Biaggi. Checa però resiste

SBK, Gp Rep.Ceca – Era chiaro sin dal venerdì l’importanza di questo appuntamento per le sorti stesse del campionato 2011. Checa mantiene un vantaggio considerevole in classifica ma il duo italico Biaggi-Melandri sono pronti e sicuri di recuperare lo svantaggio a suon di piazzamenti e vittorie. Una vera ed intensa sfida a tre per la gloria, che qui a Brno ha infiammato il nutrito pubblico presente nelle tribune. Dopo la bella pole del sabato, il campione in carica Max puntava dritto al secondo successo stagionale, cercando da subito la fuga solitaria in Gara1, approfittando del suo famoso feeling con questa particolare pista. Ma a complicarli non poco la vita ci ha pensato Marco Melandri, bravissimo a tenere il forsennato ritmo della Aprilia numero uno, senza mai perdere il contatto.

Gara1 – Il duello di nervi tra i due è continuato per più di metà gara, finchè proprio il ravennate ha preso la testa della corsa, tentando a sua volta di scappare dalle grinfie sia di Biaggi che di Checa, tornato di prepotenza con i primi grazie ad una Desmosedici molto ben equilibrata nell’assetto. Il “trio delle meraviglie” ha nettamente staccato tutti gli altri concorrenti, giocandosi poi tutti e tre i gradini del podio nei giri finali. Ed è qui che Melandri ha dato prova del suo talento, per troppi anni annebbiato dall’eccessiva elettronica della MotoGP. Staccate incredibili, traiettorie chiuse, concentrazione massima. Tutto per contenere il ritorno del corsaro, costretto di forza alla seconda posizione. La prima manche quindi va’ meritatamente a lui, mentre Carlos termina al terzo posto, risultato comunque positivo.

Classifica – Stesso identico copione in Gara2, con Biaggi questa volta nella parte dell’invincibile leader e Melandri sempre alle sue spalle per tutta la durata della gara. Questa volta però il ravennate non è riuscito a mettere il muso della sua Yamaha R1 nuovamente davanti a tutti. Max quindi centra l’obiettivo della seconda vittoria, mentre Checa sale ancora sul gradino più basso del podio, con il distacco in classifica ora ridotto a trenta punti. Tanti da azzerare ma pochi per tenere gli animi tranquilli. Benissimo i nostri Michel Fabrizio quarto ed Ayrton Badovini quinto, per l’ennesima volta davanti all’ufficiale BMW Haslam. Il mondiale delle derivate di serie ancora una volta ha regalato vero spettacolo e tutto (per fortuna) dece essere deciso. A seguire la classifica piloti aggiornata: 1)Carlos Checa 2)Max Biaggi 3)Marco Melandri 4)Eugene Laverty 5)Leon Haslam 6)Leon Camier 7)Michel Fabrizio 8)Ayrton Badovini 9)Noriyuki Haga 10)Jonathan Rea 11)Sylvain Guintoli 12)Jakub Smrz 13)Joan Lascorz 14)Tom Sykes 15)Troy Corser 16)Ruben Xaus 17)Roberto Rolfo 18)Maxime Berger 19)Mark Aitchison 20)Chris Vermeulen

Riccardo Cangini