Ostia: serpenti e tarantole per custodire la droga, 10 arresti

Operazione ‘Zoo 2009’. I carabinieri del Nucleo investigativo del Gruppo di Ostia hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere – emessa dal Gip del Tribunale di Roma, Roberto Saulino, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia – nei confronti di 10 persone, indagate a vario titolo per associazione finalizzata al traffico, detenzione e spaccio di ingenti quantitativi di stupefacenti – cocaina e hashish – nell’ambito di un’operazione antidroga denominata ‘Zoo 2009‘. Il nome non è casuale: uno degli arrestati era solito nascondere la droga in terrari sorvegliati da pitonitarantole scorpioni velenosi. L’escamotage è, però, costato caro al componente della banda, tradito proprio dalla sua sfrenata passione per rettili e animali esotici.

L’indagine. Alcuni degli arresti sono stati eseguiti nella capitale; nel corso delle indagini, che hanno preso il via oltre due anni fa, erano state già catturate in flagranza di reato 5 persone e sequestrati 18 chilogrammi di hashish. Secondo gli investigatori, l’organizzazione criminale provvedeva a smerciare “cospicui quantitativi di hashish e cocaina su tutto il litorale romano“. I dieci pusher devono rispondere di associazione finalizzata al traffico, detenzione e spaccio di ingenti quantitativi di stupefacenti.

R. E.