Milan, Galliani rassicura tutti dal raduno: “Berlusconi non mollerà la squadra”

Milan, Galliani. Il Milan campione d’Italia 2010/2011 si è radunato ieri a Milanello, di fronte a 5mila tifosi esultanti che hanno festeggiato i propri beniamini. Al raduno nello storico quartier generale rossonero c’erano Adriano Galliani, Paolo Berlusconi e la nipote Barbara. Mancava il proprietario Silvio Berlusconi, che per urgenti impegni istituzionali è dovuto rimanere a Roma. In molti però hanno visto quest’assenza come la spia di una possibile uscita di scena della famiglia Berlusconi dal Milan, soprattutto dopo le ultime vicende legate al Lodo Mondadori. Uno scenario che Galliani ha subito cercato di smentire, soprattutto nel corso del suo intervento fatto davanti ai microfoni dei giornalisti che lo stavano intervistando.

“Berlusconi rimane con voglia e risorse” – Galliani ha subito chiarito i futuri scenari della squadra rossonera: “Il presidente non mollerà la squadra, e rimane con entusiasmo, voglia e risorse. Chi ha pensato che ultimi eventi potessero buttarlo giù si è sbagliato di grosso. Non credo poi che il lodo Mondadori possa influenzare il mercato. E’ un fatto grave, ma non inciderà sulla politica del Milan. Il Milan continuerà a essere il grande Milan di Silvio Berlusconi“. Galliani ha poi regalato una breve battuta sui ‘cugini’ interisti: “Non ho mai detto che siamo più forti dell’Inter, ma solo che non dobbiamo avere paura di nessuno, perché siamo i campioni d’Italia“.

Allegri: “Squadra ancora più competitiva” – Il raduno ha permesso al Milan di riabbracciare Massimiliano Allegri, l’uomo del 18esimo scudetto, e di presentare i nuovi acquisti Mexes, Taiwo, El Shaarawy e Paloschi. Il tecnico rossonero ha rilasciato queste dichiarazioni ai giornalisti: “La società mi ha messo a disposizione un organico di qualità, grazie ai nuovi innesti che rendono questa squadra più competitiva. Vogliamo vincere la Supercoppa Italiana, per partire subito con un altro titolo in bacheca“. Mexes invece ha espresso tutto il suo amore per la nuova squadra con queste parole: “Essere al Milan significa tanto. Sono qua e sto bene, sono molto felice e orgoglioso di indossare questa maglia“.

Simone Lo Iacono