MJF: Cypress Hill, Public Enemy e House of Pain, l’hip hop va in scena a Milano

Milano, Cypress Hill, Public Enemy. Martedì 12 luglio è stata una grande serata di musica live a Milano: Take That a S.Siro, The Strokes alla fiera di Rho ma, soprattutto, all’Arena Civica, ecco Cypress Hill, Public Enemy e House Of Pain.
Come da previsioni, l’evento hip hop dell’anno ha confermato le attese, un grandissimo “back in the days” con tre leggende del rap old school made in USA sul palco del Milano Jazzin Festival.

Supporters. Warm up affidato al romano Noyz Narcos, unico artista italiano della serata, che in compagnia del fidatissimo compagno Duke Montana ha scaldato la platea presentando estratti dei suoi lavori, il pubblico apprezza.
Con l’ingresso on stage degli House of Pain, la serata entra nel vivo: Everlast & soci, tornati con una reunion a sorpresa lo scorso anno dopo lo scioglimento del 1997, con il loro crossover tra rap e rock decidono che è il momento di far ballare e soprattutto saltare tutti i cinquemila del MJF. Tutti l’aspettano e la ciliegina sulla torta arriva con il gran finale: Jump Around, hit senza tempo.

Public Enemy. Il tempo di cambiare la consolle e sul palco dell’Arena è il turno dello show dei Public Enemy, dagli anni ’80 una vera leggenda del rap, caposcuola nell’unire l’eredità della militanza nera delle Black Panther alle storie del ghetto e della metropoli.
Flavor Flav, con il suo gigantesco immancabile orologio che segna il tempo della rivoluzione, ed il sempre ispirato Chuck D (mc, autore, produttore, attivista) hanno presentato al pubblico milanese molto eterogeneo, dai diciottenni di oggi ai diciottenni del 1988, tutte le hit della loro trentennale carriera. Una su tutte: Fight the Power, colonna sonora del film di Spike Lee, “Fa’ la cosa giusta”.

Ore 22.30, sullo sfondo compare uno scheletro gigantesco, salgono sul palco 2 mc’s, un dj ed un percussionista: Cypress Hill, è l’apoteosi. Gli headliner della serata infiammano l’arena. B-Real e la sua potente voce nasale insieme al socio di sempre Sen Dog ripropongono tutte le loro hit, da Insane In The Brain (da Black Sunday del 1993), a Rise Up, ultimo singolo e title track del loro ultimo album.

Pier Luigi Balzarini