Telethon: nel 2011 più fondi alla ricerca

Telethon, più fondi alla ricerca. A dichiararlo è stato il Presidente della fondazione, Luca Cordero di Montezemolo. Telethon investirà per il 2011 circa 27 milioni nella ricerca sulle malattie genetiche rare. 15 milioni saranno destinati a nuovi progetti di ricerca in 101 laboratori sparsi sul tutto il territorio italiano,  mentre gli altri 12 verranno devoluti ad istituti fondati da Telethon stesso, come il Tigem di Napoli o Il San Raffaele-Telethon di Milano. Luca di Montezemolo si è detto “lieto di annunciare” che “nonostante la crisi verranno dati più fondi alla ricerca”. Circa il 9% in più di disponibilità rispetto al 2010.

1,4 milioni a Ferrara. 1,4 milioni di euro andranno all’Università di Ferrara. Grazie a questi fondi il Prof. Francesco Di Virgilio, di Patologia Generale  dell’Ateneo Emiliano-Romagnolo, potrà studiare i meccanismi di alcune malattie derivanti da processi autoinfiammatori. Altri studi verranno poi effettuati sulla AGC1, una nuova malattia che genera una forte riduzione della mielina, il “rivestimento” e causa deficit neurologico-muscolari molto gravi Telethon – ha spiegato ancora Montezemolo – è il fiore all’occhiello della ricerca italiana e la sua grande squadra, che unisce privati cittadini, aziende e associazioni, può ritenersi fiera dei risultati che sta ottenendo.

265 mila euro in Liguria, 620 mila in Friuli. Grazie ai 265 mila euro che approderanno in Liguria al lit, istituto italiano di tecnologia, si effettueranno due tipi diversi di studi quello sulla sindrome di Phelan-McDermid (in collaborazione con altri gruppi di Milano e Torino) che causa gravi ritardi nello sviluppo dei neonati e una serie di altre ricerche sull’autismo causato da malattie neurologiche.  Un progetto, quest’ultimo, che si svolgerà in collaborazione con un tema del Friuli Venezia Giulia, regione per la quale Telethon ha stanziato 620.000 euro. Un secondo progetto friulano verterà su particolari ricerche genetiche atte a scoprire il modo con il quale trasmettere materiale genetico sano a pazienti affetti da svariati tipi di malattie, attraverso il metodo delle “navicelle virali”.

A.S.