Michelle Hunziker licenzia un bodyguard per tatuaggio neonazista

Hunziker, tatuaggio neonazista – Decisamente non piacevole la vicenda che sta vivendo Michelle Hunziker, figura particolarmente amata da italiani e stranieri. La biondissima giovane aveva da un paio d’anni al proprio seguito un bodyguard, tale Federico, che si è trovata costretta a dover licenziare a causa di un tatuaggio di palese stampo neonazista che il ragazzo ha addosso. Turbata dalla faccenda, Michelle Hunziker sembra essere profondamente dispiaciuta.

La vicenda – Federico, il ventiseienne ex bodyguard di Michelle Hunziker, ha trascorso assieme alla donna dei giorni al mare. Un lettore della rivista tedesca Bild, nel guardare le foto dei due, ha notato che vi erano dei simboli sospetti fra i tatuaggi del giovane. Fra tutti spiccava un pugno bianco sotto il quale figurava la scritta “intolleranza”, palese richiamo ad una band neonazista nostrana. Quando la Hunziker si è ritrovata ad apprendere tale triste verità è caduta dalle nuvole. «Io e la mia famiglia siamo sotto choc. Federico lavora per me da due anni. È un giovane simpatico che non farebbe del male a una mosca ed è sempre disponibile per tutti.», ha dichiarato Michelle, palesemente turbata dal fatto che il proprio dipendente sfoggisse simboli direttamente riconducibili a determinati ambienti politici. La giovane ha detto, inoltre, di aver visto Federico in costume solo di recente, e di non essersi affatto soffermata sui suoi tatuaggi.

Costretta a licenziarlo – Michelle Hunziker non ha eliminato dalla sua vita Federico senza dargli né chiedergli spiegazioni. Il giovane le ha detto di aver avuto a che fare con gli ambienti di estrema destra in passato e di essere dispiaciuto. La ex moglie di Eros Ramazzotti è stata chiara e perentoria: « In queste circostanze non posso e non voglio lavorare con lui». Come biasimarla? La bella Michelle ha puntualizzato, inoltre, di non aver nulla a che fare con il neonazismo.

M.C.