Moto2, Germania: sessione combattuta ma il primo tempo è di Marquez

Moto2, pole Germania – Dopo un inizio difficile pieno di errori e cadute, Marquez ormai è tornato ad essere uno dei talenti più freschi e notevoli della nutrita scuola motociclistica spagnola. Nonostante la pista del Sachsenring sia una delle più corte del mondiale e le Moto2 abbiano prestazioni molto simili una dall’altra, anche questo appuntamento con la pole position non è stato mancato, continuando il suo incredibile periodo positivo grazie ad una guida tanto pulita quanto efficace. Nessun calo di concentrazione nonostante una concorrenza agguerrita e distante poche manciate di millesimi, un’altro risultato fondamentale per la gara di domani che si preannuncia estremamente combattuta.

Sessione tirata – Bradl comunque pare avere completamente sotto controllo la situazione, terminando in seconda posizione e per nulla impaurito dal portentoso ritorno dello spagnolo. Il distacco in classifica infatti è davvero grande e continuando così il tedesco riuscirà tranquillamente a conquistare il suo primo titolo mondiale, rendendo praticamente vano il furioso recupero di Marc tra pole e vittorie. Ottimo terzo tempo per Aleix Espargaro ma ancora più bello è il quinto crono di Julian Simon, tornato al motomondiale dopo la brutta frattura di tibia e perone rimediata a Barcellona. Da sottolineare poi il quarto posto del nostro Michele Pirro su Moriwaki, incredibilmente competitivo nonostante la pochissima esperienza su questo inusuale tracciato.

Griglia di partenza – Altro risultato utile per Alex de Angelis, sesto e più volte in linea con i migliori negli ultimi e intensi minuti di qualifica. Il sammarinese precede Simeon, Kallio e un Smith autore di una scivolata proprio durante il suo giro più veloce.  Crisi invece per tutti gli altri piloti italiani. Simone Corsi si arena nella metà bassa della classifica, seguito da un irriconoscibile Andrea Iannone (nel 2010 autore della pole ed oggi tristemente  25°). Stesso discorso per Mattia Pasini e Claudio Corti, tornati nel ruolo di comprimari dopo la piccola crescita vista negli ultimi due appuntamenti. Ecco la griglia di partenza:01)Marc Marquez 02)Stefan Bradl 03)Aleix Espargaro 04)Michele Pirro 05)Julian Simon 06)Alex De Angelis 07)Xavier Simeon 08)Mika Kallio 09)Bradley Smith 10)Yonny Hernandez 11)Max Neukirchner 12)Thomas Luthi 13)Yuki Takahashi 14)Pol Espargaro 15)Randy Krummenacher 16)Jordi Torres 17)Jules Cluzel 18)Tito Rabat 19)Axel Pons 20)Kenan Sofuoglu 21)Simone Corsi 22)Mike Di Meglio 23)Scott Redding 24)Ricky Cardus 25)Andrea Iannone

Riccardo Cangini