Campovolo: muore 29enne, tragedia al concerto di Ligabue

La festa e la tragedia. L’attesissima seconda edizione del concerto al Campovolo di Reggio Emilia ha riscosso un grandissimo successo con ben 12omila fan riuniti per ascoltare i grandi successi di Ligabue. Lo spettacolo è stato, però, segnato anche da una tragedia: un ragazzo di 29 anni, Antonio Casula, è morto per un malore dopo aver assistito al concerto. Il giovane, che stando alle prime informazioni soffriva di asma, era originario di Sassari ma residente a Bagnolo San Vito, nel mantovano.

Crisi respiratoria. Verso le 2, a spettacolo ormai finito, mentre gran parte del pubblico stava ancora cercando di guadagnare l’uscita dell’arena, il 29enne, probabilmente a causa di una crisi respiratoria, si è sentito male in mezzo alla folla e si è accasciato a terra. Immediato l’intervento del personale di primo soccorso presente al Campovolo. Per il giovane, condotto tempestivamente all’ospedale Santa Maria Nuova, non c’è stato nulla da fare: all’arrivo era già deceduto. Un concerto attesissimo, finito nel peggiore dei modi.

R. E.