Divieto di fumo quasi totale in Nuova Zelanda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:47

Sigarette al bando in Nuova Zelanda. Niente pubblicità di sigarette, niente pacchetti o prodotti legati al tabacco sugli scaffali: divieto quasi totale di sigarette in Nuova Zelanda. Approvata pochi giorni fa dal parlamento neozelandese (con una maggioranza quasi schiacciante) una severa legge anti fumo che vuole mettere uno stop ai prodotti a base di tabacco e conta di rendere illegali la vendita di sigarette ed affini entro il 2025, attraverso un percorso che prevede azioni ancora più drastiche. I trasgressori neozelandesi rischiano multe da capogiro. Spariranno anche i distributori automatici.

Sigarette nascoste dietro i banconi. Le industrie del tabacco sono avvisate poiché il ministero di Wellington, come lascia intendere il ministro Tariana Tura, non sembra volersi fermare qui. I commercianti, in seguito al cosidetto “Smoke-free Environments Amendment Bill”, sono obbligati a nascondere le sigarette ai propri clienti al fine di non renderle visibili ed appetibili: saranno quindi costretti a vendere tutto dietro il bancone, senza che i prodotti vengano messi in bella mostra.

Divieto totale tra pochi anni. Dal 2004 oltre alle immagini crude che scoraggiano l’acquisto, la Nuova Zelanda ha vietato il fumo in tutte le prigioni e nei luoghi di lavoro. Non solo, la pubblicità delle stesse verrà vietata, e la vendita ai minori sarà punita con multe davvero indimenticabili. Il traguardo da raggiungere, per il ministero della Salute neozelandese è quello di arrivare presto ad una legge che ne sancisca il divieto definitivo.

Adriana Ruggeri

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!