F1, Massa: “Saremo competitivi anche in Germania”

F1, gara importante  – Il momento della verità è sempre più vicino. La vittoria della Ferrari nello scorso Gran Premio ha rivitalizzato gli animi ed aperto nuovi scenari e dubbi. La 150° Italia per la prima volta ha saputo battere le prima invincibili Red Bull, ma forse il recupero prestazionale è stato possibile solo grazie alla famosa limitazione FIA sugli scarichi, fatto che ha fortemente penalizzato tutte le vetture spinte dal propulsore Renault. Ora però questo fattore è stato cancellato e dalla prossima gara si ritornerà nella situazione iniziale, con nessun limite riguardo l’apertura delle farfalle. E Felipe Massa è sicuro che la rossa di Maranello resterà comunque tra i primi: “Il nostro passo è molto migliorato grazie all’eccellente lavoro che ha fatto la squadra. Penso che possiamo dire la nostra nella seconda parte della stagione“.

Progressi reali – L’ennesimo cambio regolamentare dunque non spaventa: “Torneremo indietro per quanto riguarda la regola sulla gestione dei gas di scarico ma l’idea che il nostro progresso sia dovuto al cambiamento in vigore in Inghilterra è sbagliata: anche per noi il cambiamento della mappa motore ha significato una perdita di circa quattro decimi. In teoria, questa perdita di carico aerodinamico dovrebbe rendere più difficile far lavorare le gomme, ma a Silverstone, per la prima volta, siamo stati in grado di far funzionare i pneumatici molto bene. Questo significa che il nostro progresso è stato dovuto a tutte le novità che abbiamo portato e non alle regole cambiate” Una spiegazione molto importante che accende la speranza in vista dell’appuntamento tedesco.

Nessuna resa – Sulla carta poi la conformazione del tracciato è abbastanza simile a quella di Silverstone: “Il Nürburgring è un tracciato molto interessante, con alcune curve abbastanza insolite, salite e discese e delle curve piuttosto lente nel primo settore. Ci vuole un buon carico aerodinamico ma ci sono anche dei rettilinei dove la velocità di punta sarà importante. Per quello che abbiamo potuto vedere, penso che saremo competitivi anche in Germania” Infine un piccolo sguardo al campionato: “Alla Ferrari non molliamo mai, continuiamo a lottare: la cosa migliore da fare è affrontare una gara alla volta. Ora dobbiamo proseguire questo trend sia nel prossimo weekend che in quello immediatamente successivo in Ungheria” E se il numero delle vittorie aumenterà allora sì che il cavallino tornerà davvero rampante.

Riccardo Cangini