Calciomercato Palermo: entro dieci giorni si risolverà la questione Pastore

Calciomercato Palermo – Continua la telenovela riguardante Javier Pastore. Molte le squadre interessate al fenomeno argentino, tra cui il Milan e il Roma. Proprio a proposito dell’interesse dei giallorossi, è di questa mattina la notizia che i capitolini avrebbero offerto 30 milioni più Rosi e Brighi per Pastore. Il numero uno del Palermo Maurizio Zamparini, intervistato da Radio Radio, ha negato di aver sentito i giallorossi e ha sottolineato che comunque un´offerta simile non lo farebbe vacillare. “Trenta milioni più Brighi o Rosi non basta – ha detto il presidente dei rosanero ai microfoni radiofonici -. La Roma non può arrivare da me con dei giocatori, ho degli eccessi in squadra, sono appostissimo, devo solo fare uscite perché spendo 11 milioni per giocatori che non sono in rosa. Magari la Roma avesse qualche giocatore per me. La Roma se vuole pensare a Pastore deve pensarci senza giocatori. Perché a me per esempio piace molto Vucinic ma non verrà mai qui con stipendi da Palermo, questo è il problema dei grandi club quando un giocatore va in altri club, può andare solo in club che gli consentono di prendere lo stesso stipendio”.

El Flaco via entro dieci giorni – Sempre in merito all’affaire Pastore, Zamparini dichiara di aver ricevuto un’offerta importante da un club straniero e che comunque la questione legata alla cessione del nazionale albiceleste si risolverà entro dieci giorni. “Ieri mi ha parlato un grande club europeo e mi ha detto di abbassare il prezzo da 50 a 45 milioni per Pastore. Io ho riferito che dovrà parlare con il procuratore Simonian. A questo punto, credo che entro dieci giorni si potrebbe risolvere la situazione. Accetto solo cash, e non contropartite tecniche. Stiamo trattando Pastore con un grosso club di cui conosco personalmente il dirigente. Ho detto loro di alzare fino a 50 milioni e Pastore andrà lì, anche se preferirei per lui che rimanesse in Italia”.

Marco Valerio