F1, Alonso: “Ferrari competitiva ma non guardo la classifica”

F1, Gp atteso – L’appuntamento con il Gp della Germania è oramai alle porte. La Ferrari, per la prima volta in questo 2011, si presenta come una delle squadre in grado di reggere il confronto con le impressionanti Red Bull, certa di poter replicare le prestazioni viste due settimane fa a Silverstone. Il regolamento però ha subito un’ulteriore modifica e, fino alla fine di questa stagione, tutti i team potranno usufruire dei famigerati scarichi a gas caldi perenni, senza nessuna limitazione di sorta per quanto riguarda l’apertura della farfalla. Il timore di ritornare nella condizione delle prime gare, ove i campioni del mondo vincevano con disarmante facilità è presente, ma Alonso rimane ottimista.

La fiducia di Nando –  “Abbiamo avuto un inizio difficile ma, da qualche gara a questa parte, abbiamo ritrovato una buona competitività. Siamo cresciuti, credo che sia innegabile, tanto da arrivare a vincere con pieno merito su una delle piste sulla carta più ostiche per la nostra vettura come quella di Silverstone. Questa bellissima vittoria però non deve cambiare il nostro approccio: dobbiamo continuare ad affrontare una gara dopo l’altra senza guardare alla classifica. Andiamo quindi in Germania con uno spirito uguale a quello mostrato in Inghilterra, con in più la consapevolezza che la nostra competitività è aumentata” Il ferrarista quindi spera di poter continuare anche al Nurburgring il periodo estremamente positivo del cavallino, magari ricalcando nuovamente il gradino più alto del podio.

Rimanere concentrati – Ancora una volta il team di Maranello ha saputo reagire alle mille difficoltà e critiche piovute addosso dopo una prima parte di stagione passata ampiamente sotto la sufficienza. Impegno, concentrazione e decisione manageriale tanto difficili quanto obbligate. Spicca ancora l’addio di Aldo Costa, non solo al ruolo di direttore tecnico ma addirittura dalla stessa Ferrari, preferendo un nuovo capitolo lontano dal destino del cavallino. Fernando però preferisce rimanere fisso sull’imminente sfida: “Siamo esattamente a metà stagione e si dice che sia tempo di bilanci, ma solo alla fine tireremo le somme. Ora non pensiamo troppo in là: da domani c’è un weekend di gara su un circuito storico come quello del Nürburgring, dove ho già vinto due volte. In Italia c’è un detto ma non voglio dirlo per scaramanzia….. Lascio ai nostri tifosi indovinare quale sia!

Riccardo Cangini