Madre a 58 anni, grazie all’inseminazione artificiale

Contro il suo credo per avere un bambino. Pur di coronare il suo sogno, non ha esitato a disattendere il suo credo religioso: così a 58 anni, Angela Palumbo, originaria di Caserta, è riuscita a diventare madre, grazie a un’ inseminazione artificiale eseguita in un ospedale della Repubblica Ceca, poichè in Italia il Vaticano lo vieta. Il parto, con taglio cesareo, è avvenuto ieri nel reparto Ostetricia dell’ospedale di Sulmona. ”Ho coronato il sogno della mia vita e la Madonna mi ha aiutato”, spiega la maestra d’asilo, che ieri ha partorito un bimbo di tre chili e mezzo, che si chiama Cristian, in segno di devozione alla Madonna.

In Italia la legge non lo consente. La donna, nonostante l’età non proprio giovane, è riuscita a rimanere incinta grazie all’inseminazione artificiale avvenuta nove mesi fa all’estero, in un ospedale della Repubblica Ceca. In Italia alla sua età è infatti vietata da alcune norme della legge n.40 del 2004. Poi è stata sempre seguita dal primario del reparto di ostetricia Paolo Santarelli, il quale ha detto che “si tratta di un fatto straordinario che ha pochissimi riscontri a causa dell’età della signora”. La donna e il bambino sono ora in ottime condizioni. La neo mamma è stata assistita al meglio dagli operatori di Ostetricia e Pediatria; l’eccezionalità della gravidanza, infatti, ha richiesto particolare assistenza e attenzione. 

“Ho pregato la Madonna”. La donna, originaria di Casaluce e residente a Rivisondoli, è volontaria dell’Unitalsi e rivela: “Tutte le volte che sono andata a Lourdes ho pregato la Madonna affinchè ci facesse questo dono e lei mi ha ascoltato facendomi coronare il sogno di una vita. Ho lottato tanto per avere un figlio e alla fine ce l’ho fatta, combattendo insieme con mio marito, contro tutto e tutti. Pur di avere un figlio sono andata contro il mio credo religioso, io che sono profondamente cattolica”

Adriana Ruggeri