Tutto pronto a Rapone per la prima edizione di Burattinaria Fest

Dal 1 al 3 agosto i vicoli e le piazze di Rapone, caratteristico paesino della Lucania, si trasformeranno nel palcoscenico della prima edizione di “Burattinaria Fest – Festival del Teatro di Figura”, la manifestazione nata dalla volontà congiunta del Comune della cittadina e della Regione Basilicata di rilanciare l’immagine del piccolo centro, puntando tutto sulle capacità creative dei suoi abitanti. Guarattellari, burattinai, marionettisti meridionali impegnati nel recupero e nella rivalutazione dell’antica tradizione teatrale popolare. E, ancora, cantastorie, animatori, attori e musicisti che in un’esplosione di creatività coinvolgeranno adulti e bambini.

Numerosi appuntamenti – Un programma ricco di eventi a cominciare da lunedì 1 agosto alle 17, quando la Villa comunale di Rapone ospiterà l’incontro – dibattito su “Il recupero della memoria attraverso le fiabe e il Teatro di Figura”, alla presenza di autorità locali, docenti universitari e guarattellari. Alla fine del convegno tutti gli artisti di strada che partecipano al Festival delizieranno il pubblico con una performance collettiva e il gruppo musicale Liscjh’ e buss farà da sfondo al buffet di prodotti culinari tipici e all’esposizione dell’artigianato locale. Si danzeranno balli raponesi e si rappresenteranno le fiabe del territorio. La filo diffusione suonerà musiche allegre in ogni quartiere prima dell’arrivo del suo banditore e dei suoi musici che annunceranno gli spettacoli in programma. Amalia Ruocco sarà la protagonista di “LeggendARIA” e “TessuTango”, due suggestive e seducenti performance di danze aeree con tessuti e cerchi; il clown fantasista Guido Burzio, in arte Kaos, presenterà “Aghi di spugna”, una performance particolare dove gli strumenti del circo racconteranno storie ed interagiranno con il pubblico tramite giocolerie con palline, cerchi e clave di fuoco, equilibrismi , musica con sax, percussioni e voci, micro magie. La compagnia “La baracca dei buffoni” porterà, invece, tra le strada di Rapone uno spettacolo itinerante poetico, accompagnato da mangiafuoco e fachiro dell’Associazione Vulturbabylandia.

Tradizione da preservare – Curata da Angela Verrastro e Michela Forgione, due giovani antropologhe da anni impegnate nello studio e nella ricerca sulle arti figurative e di strada, la prima edizione di “Burattina Fest” aprirà la strada anche a “Rapone paese delle fiabe”, un progetto con cui il Comune in provincia di Potenza partecipa al P.I.O.T. Basilicata NaturaCultura, con l’obiettivo di rilanciare una nuova visione di un territorio fatto di magie e suggestioni, mediante l’incanto dei racconti popolari e la fascinazione dei luoghi. Un’ulteriore occasione per riscoprire e rilanciare una tradizione orale dal glorioso passato ma che sempre più sta scomparendo sotto la spinta di un’incalzante modernità.

Valentina De Simone