Copa America, Uruguay campione: 3 a 0 al Paraguay

Copa America – Si è chiusa stasera la Copa America, iniziata con i più grandi propositi per Argentina e Brasile e terminata poi con una finale inedita e inaspettata. L’Uruguay di Tabarez, arrivato al Mondiale con grande foga e dimostrando di avere una squadra giovane e di grande spessore tecnico, contro il Paraguay di Gerardo Martino, arrivato all’ultima partita senza mai vincere nei tempi regolamentari e giocandosela sempre ai rigori togliendo anche all’Italia l’aggettivo di catenacciara.

Suarez trascinatore – La partita si chiude tutta nel primo tempo, ma avrebbe potuto prendere una piega diversa già al 3′: bagarre in area di rigore del Paraguay e Justo Villar deve chiamare in soccorso Ortigoza, che con un colpo di mano respinge la palla sulla porta dopo il colpo di testa di Lugano. Sarebbe stato calcio di rigore ed espulsione per il difensore biancorosso, ma l’arbitro e il suo assistente non se ne avvedono e lasciano correre senza fomentare le protese degli uruguaiani. Passano meno di 10 minuti, però, e Luis Suarez sblocca la partita: era quotato a 5 ed era quindi il candidato principale per sbloccare la gara. Tiro preciso di sinistro dopo un ottimo controllo di destro e Villar è battuto. La partita prosegue all’insegna della Celeste che mette in grande difficoltà una squadra difensivista al massimo: nel finale la partita si chiude con Diego Forlan, che trova il suo primo goal nella Copa America; diagonale perfetto che buca il portiere del Valladolid, sceso in campo con diversi acciacchi.

15 volte campione – Nel secondo tempo il Paraguay prova a far valere il cuore di una squadra che si fregia di essere arrivata ai quarti di finale dell’ultimo Mondiale: ci prova Valdez con un gran tiro, ma trova Muslera reattivissimo e pronto a fare da protagonista ancora una volta in questa competizione dopo aver parato il rigore a Tevez contro l’Argentina. Paraguay che lentamente vede scemare le sue forze e subisce anche il 3 a 0, sempre di Forlan, che diventa il più prolifico marcatore della sua nazionale: contropiede perfetto e Villare si fa battere per la terza volta. Uruguay campione per la 15esima volta ed è la squadra che ha vinto più volte questa competizione: ad oggi è anche la più in forma dell’intero SudAmerica.

Mario Petillo