Prima visione La7, Dottori in prima linea

La medicina nella programmazione di La7 – Appuntamento stasera alle 21.10 su La7 con la quarta puntata di  “Dottori in prima linea”, il primo format che aiuta i telespettatori a far fronte alle piccole e grandi emergenze quotidiane, dai problemi di cuore ai pericoli per i più piccoli. Quattro esperti appartenti aquattro diversi rami della medicina, aiutati dalla conduttrice-assistente Carolina Di Domenico– daranno vita a un talk-show informale, fornendo pareri e delucidazioni, anche attraverso test, esperimenti e prove pratiche realizzate in studio.  I quattro dottori in prima line sono Caterina Bisceglia, cardiologa del San Raffaele, Pierluigi Spada, chirurgo d’urgenza del Policlinico Gemelli, Michele Battuello, medico dello sport ed esperto di traumatologia dello sportivo e del paziente comune, e Filippo Ongaro, esperto di medicina rigenerativa e anti-aging.

Nella puntata in onda stasera si discuterà di temi che sicuramente interesseranno ai telespettatori di la7: il diabete, la carb addiction, ovvero la dipendenza dai carboidrati, e le aritmie. Con una semplice analisi del sangue è possibile detettare il diabete nel sangue, il cui campanello d’allarme più evidente è la glicemia alta. Lo zucchero, infatti, carburante naturale dell’organismo a volte può diventare veramente pericoloso. I dottori in prima linea spiegheranno come fare a riconoscere i sintomi del diabete, quali sono i rischi e come intervenire. A “Dottori in prima linea” si parlerà della carb addiction, una vera e propria dipendenza dai carboidrati, che non è una patalogia, ma un comportamento alimentare che può provocare problemi di salute. Per analizzare le abitudini alimentari delle persone, i dottori hanno utilizzato come “cavia” il giornalista e conduttore Andrea Vianello. L’ultimo tema del quale si parlerà stasera sono le aritmie, che sono anomalie  che interessano la conduzione elettrica del cuore. Nel corso della puntata, un gruppo di percussionisti, diretti per l’occasione dalla cardiologa Caterina Bisceglia riprodurranno il ritmo del cuore per spiegare quali sono i segnali d’allarme e come correre ai ripari.

A.P.