‘Se ti droghi, non ti Amy’: Winehouse sul manifesto di Forza Nuova, è polemica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:13

‘Se ti droghi, non ti Amy’. E’ questo lo slogan che, sfruttando un banale gioco di parole, compare su un manifesto della sezione foggiana di Forza Nuova in cui è raffigurata Amy Winehouse, la cantante deceduta lo scorso sabato in circostanze ancora da chiarire, ma legate con ogni probabilità ai suoi noti eccessi di alcol e droga. Il manifesto, apparso nelle ultime ore sulla pagina Facebook della formazione di estrema destra, sta suscitando forti polemiche soprattutto tra i tanti fan della 27enne star involontariamente divenuta simbolo della tossicodipendenza agli occhi del partito di Roberto Fiore.

Rivolta sul web. Un fitto tam tam sul web sta prendendo di mira la provocazione di pessimo gusto, che giunge a meno di 48 ore dal decesso della Winehouse. E sono tantissimi gli utenti che condannano la scelta di trasformare un’autentica e già annunciata tragedia in brand politico al limite del marketing e della propaganda. Al momento, nessun comunicato ufficiale di risposta è arrivato da Forza Nuova, anche se è atteso un intervento per le prossime ore. Per ora si fanno sentire solo le polemiche intorno a un manifesto che si nutre della più banale e vergognosa ironia sulla scomparsa di una ragazza di soli 27 anni, la cui unica colpa è stata quella di non essere riuscita a venire fuori dal vortice della tossicodipendenza.

Raffaele Emiliano