Tangenti: Penati si autosospende dal PD

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:14

Tangenti, Penati si autosospende. Ha rinunciato a tutte le cariche direttive ricoperte nel partito e si è dimesso da vicepresidente del consiglio regionale della Lombardia. Filippo Penati, indagato dalla Procura di Monza per corruzione e concussione ha voluto separare la politica dall’inchiesta che lo riguarda, specificando di non aver “mai preso soldi da imprenditori”.  L’inchiesta riguarda l’ex Area Falck, sul confine tra Milano e Sesto San Giovanni e partirebbe da quella, più vasta, sul quartiere di Santa Giulia. Secondo la magistratura, tra il 2002 e il 2003 sarebbero state pagate tangenti per quattro miliardi di lire.

Bersani: una legge contro la corruzione. “il partito è estraneo” ha spiegato il segretario del Partito Democratico, anche se ammette il turbamento dovuto all’inchiesta sull’uomo che di Bersani ha curato la segreteria politica nel 2009. Il Partito inoltre, continua il leader del PD, si rende conto che, alla luce dell’inchiesta, non può “essere immune da sospetti o rischi”. Filippo Penati si dichiara innocente,  e vuole recuperare la sua “onorabilità”. Le dimissioni, spiega ancora il dimissionario vicepresidente del consiglio lombardo, arrivano in quanto “penso siano imprevedibili tempi brevi per la chiarificazione dell’intera vicenda”. Dal canto suo Bersani ha chiesto una “legge che garantisca bilanci certificati, meccanismi di partecipazione e codici etici, pena l’inammissibilità a provvidenze pubbliche o alla presentazione di liste elettorali”.

Penati è stato corretto. Bersani prende posizione anche sul comportamento tenuto da Filippo Penati, una volta venuto a conoscenza dell’inchiesta in cui è accusato di corruzione e di concussione. “La magistratura faccia serenamente il suo corso – ha spiegato il segretario PD – confidiamo che Penati possa vedere presto riconosciuta l’innocenza che rivendica con tanta forza”. Intanto, conclude, ha fatto con correttezza e responsabilità un passo indietro”, anzi, due, come ha specificato lo stesso Penati, “perché la mia vicenda – ha dichiarato – non crei ulteriori problemi al partito”.

A.S.



Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!