Europa League, Palermo – Thun 2-2: inizia male Pioli

Esordio sfortunato per il Palermo in Europa League: il Thun, reduce da due ottime partite in campionato tra cui l’ultima vinta 3 a 0 contro il Grasshoppers, pluripremiata squadra ticinese, riesce a fermare i locali sul pareggio per 2 a 2 nell’andata del terzo turno preliminare. La squadra di Stefano Pioli sarà costretta quantomeno a vincere senza poter contare sul pareggio il 4 agosto: la squadra si è dimostrata fuori forma e con buoni spunti soltanto nel finale grazie a Zahavi. In difesa troppa disattenzione da parte dei tre difensori: poco convincente Benussi.

Palermo barlocca
– Inizia male l’avventura di Stefano Pioli: dopo 6 minuti Benussi, sceso in campo al posto di Salvatore Sirigu ceduto al Paris Saint Germain ieri, subisce subito il goal del vantaggio svizzero. È il difensore Luthi a trovare l’inserimento giusto e a trafiggere il portiere rosanero sul secondo palo. Dopo 6 minuti però è pronta la replica palermitana: bordata dalla lunga distanza di Josip Ilicic, che beffa Da Costa, incapace di intervenire. Sul finire del primo tempo Pioli procedere anche alla sua prima sostituzione in una gara ufficiale: Mauricio Pinilla, al 38′, lascia il suo posto a Fabrizio Miccoli, che viene accolto dal Barbera con una standing ovation. Thun più preparato fisicamente anche per aver già avviato il campionato: Palermo sottotono.

E alla fine non molla – Dopo dieci minuti dal rientro in campo non cambia la musica: il Thun raddoppia con Schneider, lasciato colpevolmente solo dalla difesa a tre dei rosanero. Tiro semplice dalla breve distanza per il centrocampista che porta sul 2 a 1 gli ospiti. Secondo cambio per il Palermo al 61′ con Bacinovic che sostituisce Munoz. Al 64′ è Bovo a salvare la baracca: Lustrinelli viene lanciato a rete perfettamente, ma il difensore ex Roma riesce a recuperare in extremis. Al 70′ si svegliano i locali: Miccoli serve Zahavi che entra in area di rigore e perde il tempo per il tiro. Al 79′ Pioli gioca l’ultima carta: Acquah al posto di Migliaccio. Nel finale arriva il goal del pareggio per i palermitani: Fabrizio Miccoli, al 90′, trova una parabola perfetta da calcio di punizione e minimizza i danni per il 2 a 2.