L’omaggio all’Oriente del Ravello Festival 2011

E’ un viaggio attraverso le scuole nazionali di due grandi paesi, la Cina e la Russia, il concerto in programma stasera al Ravello Festival nella splendida cornice del Belvedere di Villa Rufolo.

Omaggio all’Oriente – Protagonisti d’eccezione il violino solista Ning Feng e l’Orchestra Filarmonica Cinese di Hanghzhou che, oltre alla Quarta di ?ajkovskij, non eseguita un anno fa a causa del maltempo, presenteranno per la prima volta al pubblico italiano “The Butterfly Lovers”, un pezzo di due autori cinesi, Gang e Zhanhao, scritto a metà del secolo scorso. Un concerto per violino sospeso tra tradizione e innovazione. Ad aprire la serata Wagner, con l’ouverture del “Rienzi”, un omaggio dall’estremo Oriente alla figura simbolo della manifestazione della costiera amalfitana.

Personalità di spicco del panorama musicale – Alla direzione della Chinese Philharmonic Orchestra Hangzhou, conosciuta in Oriente come “Super Star” per i numerosi successi che le hanno spalancato la strada a diverse tournée internazionali e composta da musicisti di altissimo livello, sia cinesi sia provenienti da altri paesi, il Maestro Yang Yang, tra i fondatori dell’orchestra e personalità di spicco nel panorama musicale cinese, con proficue collaborazioni che, nel corso della carriera, lo hanno visto impegnato non solo con molte formazioni occidentali di grande livello ma anche con nomi di spicco della lirica orientale e internazionale. Come il compositore Tan Dun, i pianisti Lang Lang e Gary Graffman, il Conservatorio dell’Università Nazionale di Singapore e i musicisti della Filarmonica di Berlino, recentemente ospitati per una serie di master class e concerti da camera. Per il concerto di stasera l’ensemble cinese accompagnerà il violino solista di Ning Feng, vincitore nel 2006 del prestigioso Concorso Internazionale “Paganini”, con alle spalle una brillante carriera solistica con esibizioni in Inghilterra, Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone, oltre che nel proprio paese con la China Philharmonic e la National Symphony Orchestra. Una serata speciale per rivivere con la magia della grande musica un viaggio multiculturale nel fascino dell’Oriente.

Valentina De Simone