Calciomercato Milan: scambio Amauri-Cassano? Galliani non si sbilancia su mister X

Calciomercato Milan – Nonostante sia stato più volte dichiarato incedibile dall’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani, Antonio Cassano sembra sempre più lontano dal Milan. Un’esperienza tutto sommato positiva, durata lo spazio di sei mesi e caratterizzata dalla conquista di uno scudetto, ma anche da molta panchina. Per questo il talento di Bari vecchia vorrebbe cambiare aria e accasarsi altrove per avere le giuste possibilità di mettersi in luce in vista dei prossimi Europei. Tramontata l’ipotesi Fiorentina, secondo quanto emerso nelle ultime ore un’altra possibile destinazione potrebbe essere riservata all’ex fantasista di Roma e Sampdoria. Al momento si tratta di una semplice ipotesi di mercato: Amauri al Milan, Cassano alla Juventus. Una trattativa ancora non nata ma che, secondo quanto rivelato questo pomeriggio da Sky Sport 24, può andare in porto entro la chiusura del calciomercato di agosto. Amauri è praticamente certo di non restare a Torino e vede un suo ritorno a Parma farsi sempre più difficile. Molte altre squadre hanno cercato l’attaccante italo-brasiliano, fra cui Napoli e Udinese, ma il richiamo di una società prestigiosa come il Milan potrebbe essere irresistibile per Amauri, sebbene consapevole di andare a Milano a fare il vice di Ibrahimovic. Curiosamente negli anni passati entrambi i giocatori erano stati accostati alle loro probabili future squadre: il Milan ha conteso fino all’ultimo alla Juventus Amauri prima che il centravanti lasciasse Palermo per approdare a Torino; Cassano è stato avvicinato più volte ai bianconeri, anche nell’ultima sessione invernale di calciomercato, dopo la rottura con la Sampdoria.

Su Mister X Galliani non si sbilancia – Intanto, stuzzicato dalla stampa alla ricerca di nuovi particolari su questo famigerato Mister X, Adriano Galliani fa il punto della situazione, usando parole che sembrano escludere Fabregas dai papabili: “Mister X non sarà un giocatore che è già al top, vediamo che cosa accadrà. Abbiamo una squadra assolutamente competitiva, possiamo iniziare la stagione così. Poi se ci sarà qualche opportunità vedremo. Quando leggo certi nomi accostati a noi dico che è impossibile. Non abbiamo più queste dimensioni come club. Non abbiamo la stessa forza dei club inglesi o spagnoli. Purtroppo avevo previsto che saremmo passati dietro la Germania e così è stato. Il Milan incassa dai diritti tv 73 milioni di euro, il Barcellona 153 milioni: questo è il problema”.

Marco Valerio