Nasce in Versilia la Fondazione Henraux per la scultura

Nasce in Versilia la fondazione Henraux interamente dedicata alla promozione della scultura e della lavorazione artistica del marmo. Un’iniziativa promossa dall’azienda Henraux e tenuta a battesimo dalla collana “I maestri della Henraux”, con la quale si presenta per la prima volta al pubblico.

Rilancio della scultura – «Puntiamo a un deciso rilancio della scultura – ha spiegato il presidente dell’istituzione Paolo Carli – le prestigiose collaborazioni con Cragg e Manganelli che abbiamo attivato vanno proprio in questa direzione che è anche il principale obiettivo della fondazione impegnata nella valorizzazione del proprio patrimonio storico – artistico – produttivo». Da alcuni anni, infatti, la Henraux ha riattivato all’interno delle proprie strutture produttive il settore della scultura, abbandonato molti anni addietro, da quando si è conclusa l’esperienza di Erminio Cidonio, amministratore delegato unico dell’azienda, che nel corso degli anni Sessanta, è riuscito a realizzare a Querceta un polo internazionale della scultura contemporanea, richiamando la presenza di artisti di fama internazionale. Da Moore a Adam, Arp, Mirò, Stahly, Noguchi e tanti altri ancora, gettando le basi di quello straordinario sviluppo artistico che rende oggi la Versilia conosciuta a livello mondiale.

Omaggio a Renzo Maggi – Il primo numero della collana, dal titolo “Le parole di pietra. L’inafferabile della bellezza” sarà dedicato a Renzo Maggi, l’artista versiliese le cui opere si trovano in diverse collezioni pubbliche e private in Europa, Stati Uniti, Canada e Australia. Un elegante volume di 208 pagine con testi, in italiano e inglese, di Paolo Carli, Giuseppe Cordoni, Lodovico Gierut, Angela Lazzaretti, Elena Panduri e del curatore dell’opera Roberto Valcamonici.
La presentazione ufficiale della collana e del primo volume si terrà il 5 agosto, alle 21.30, nel chiostro di Sant’Agostino, a Pietrasanta. All’evento interverranno il presidente della Henraux Paolo Carli, il sindaco di Pietrasanta Domenico Lombardi, i critici Antonella Romualdi, Fulvia Strano, Costantino Paolicchi con il coordinamento di Valentina Fogher.

Valentina De Simone