Amichevole, Italia-Spagna 2-1: Aquilani ‘mata’ le Furie Rosse

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:27

Italia-Spagna 2-1. La nuova stagione della nazionale di Cesare Prandelli si è aperta con un’importante vittoria: allo stadio San Nicola di Bari l’Italia ha battuto infatti la Spagna per 2 a 1. Gli eroi della serata pugliese sono stati Montolivo ed Aquilani, che hanno messo a segno le due reti azzurre all’11’ ed all’83’. La Spagna invece ha accorciato le distanze al 36’ con un rigore concesso dall’arbitro Brych per un presunto fallo in area di Chiellini su Llorente, che Xavi Alonso è stato bravo a trasformare. A fine gara Prandelli ha elogiato i suoi ragazzi per il gioco espresso, ma li ha anche bacchettati, perché molto spesso non hanno rispettato le consegne che gli aveva dato poco prima del match. Casillas invece ha fatto i complimenti agli azzurri, ma ha anche imprecato contro la malasorte, che secondo lui ci ha messo la sua in occasione del 2 a 1.

Azzurri molto ispirati – La nazionale di Prandelli è partita forte di fronte ai 40mila baresi accorsi al San Nicola. Già al 4’ gli azzurri hanno sfiorato il gol col palo di Criscito, mentre all’11’ è arrivata la rete del vantaggio realizzata da Montolivo. La Spagna invece ha trovato numerosi problemi nell’avvicinarsi verso la porta difesa da Buffon: le Furie Rosse hanno impegnato il portiere della Juve solamente al 18’, col tiro da fuori di Silva. Nei minuti successivi l’Italia ha continuato ad attaccare, sfiorando il gol del raddoppio con Pepito Rossi. Al 36’ l’arbitro Brych ha rimesso in gioco la Spagna, sanzionando un veniale fallo in area di Chiellini su Llorente con un penalty, che Xabi Alonso ha trasformato con estrema freddezza. Cassano al 38’ ha provato a riportare in vantaggio gli azzurri, ma ha fatto i conti con un eccellente Casillas, che ha deviato in angolo il suo tiro.

Iberici più intraprendenti – Nella ripresa Del Bosque e Prandelli hanno mandato in campo quasi tutti i giocatori presenti in panchina, spezzettando così il ritmo di gioco. La prima azione degna di nota l’ha messa a referto Cassano, con un tiro scagliato dal giocatore milanista al 57’, che è stato respinto da un attento Valdes. Nel secondo tempo la Spagna ha alzato il baricentro, ed ha giocato molto meglio dell’Italia. La netta superiorità iberica in campo ha permesso alle Furie Rosse di sfiorare il gol del 2 a 1 in svariate occasioni tra il 60’ ed il 78’ minuto. L’Italia invece si è rifatta viva in avanti con Pirlo, che al 82’ ha messo in difficoltà Valdes con una punizione insidiosa. Ci si aspettava quindi una Spagna arrembante negli ultimi minuti di gioco, ed invece all’83’ è arrivato il gol di Alberto Aquilani, che ha regalato un’inattesa vittoria alla formazione azzurra.

Simone Lo Iacono