Moto2, Rep.Ceca: terza pole consecutiva di Marquez

Moto2, pole Rep.Ceca -Stefan Bradl si sta dimostrando un osso davvero duro e nonostante i 42 punti di vantaggio in classifica generale, continua a solcare e difendere la prima posizione grazie a tempi davvero bassi e competitivi. Solo un talento puro come quello di Marc Marquez pare riuscire a contenere la furia agonistica del tedesco, riuscendo a batterlo proprio negli ultimissimi istanti sfruttando anche le preziosi scie dei (tanti) piloti in pista. Lo spagnolo quindi conquistando di un soffio la terza pole position, precedendo il rivale di due decimi e aprendo ufficialmente la battaglia per la vittoria. Marquez, galvanizzato dalle ottime performance dei scorsi Gp, non vuole lasciare nulla di intentato, ma precedere Bradl in questo 2011 è impresa più che ardua.

Buone prestazioni – Ad un certo anche Alex De Angelis era riuscito a classificarsi davanti alla moto numero 65, salvo poi perdere tutto il prezioso vantaggio negli ultimi due settori e terminando il turno in terza posizione giusto per una manciata di millesimi. Nel box del sammarinese comunque vi è soddisfazione visti gli ottimi tempi segnati per tutto l’arco delle libere e qualifiche, a sottolineare un ottimo set-up e feeling con la moto. Stesso identico discorso per il nostro Andrea Iannone, ultimamente irriconoscibile ed ora finalmente incisivo e combattente. Il suo team Speed Master ha deciso di fare un passo indietro in termini di sviluppo e l’italiano ha subito ritrovato la sua Suter molto più guidabile ed amica, con tanto di quinto tempo finale. Le premesse per un buon piazzamento, magari a podio, questa volta vi sono tutte.

Griglia di partenza – Bisognerà però battere la resistenza di Thomas Luthi e Aleix Espergaro, vicinissimi al suo tempo e particolarmente a loro agio negli infiniti curvoni e chicane di Brno. Solito costante Simone Corsi, settimo davanti al compagno di squadra Pasini. Se per il primo la top-ten non è una novità, per Mattia si tratta di un buonissimo passo in avanti date le pessime prestazioni registrate sorpratutto nella prima parte della stagione. Un po’ di sorrisi anche per Claudio Corti, nono ad un secondo dalla vetta. Chi invece non sorride è Gresini con i suoi piloti Takahashi e Pirro oggi rispettivamente 14° e 22°. Vero peccato per il povero Julian Simon, per nulla sceso in pista causa inaspettate complicanze fisiche dopo il bruttissimo infortunio rimediato a Barcellona e prossimo ad un nuovo intervento. Ecco a seguire la griglia di partenza:01)Marc Marquez 02)Stefan Bradl 03)Alex De Angelis 04)Thomas Luthi 05)Andrea Iannone 06)Aleix Espargaro 07)Simone Corsi 08)Mattia Pasini 09)Claudio Corti 10)Randy Krummenacher 11)Jules Cluzel 12)Dominique Aegerter 13)Kenan Sofuoglu 14)Pol Espargaro 15)Max Neukirchner 16)Bradley Smith 17)Yuki Takahashi 18)Tito Rabat 19)Valentin Debise 20)Scott Redding 21)Ratthapark Wilairot 22)Michele Pirro 23)Jordi Torres 24)Mike Di Meglio

Riccardo Cangini