Bossi contro Casini e giornalisti. Nuovo stop sulle pensioni

Roma – Calderoli contro Famiglia Cristiana e Montezemolo: “Una scorreggia…”.
Bossi insulta giornalisti e Casini, poi: “Ho detto al premier di non toccare la previdenza“.

Lega contro tutti – Calderoli si scaglia contro Famiglia Cristiana che aveva pubblicato un articolo su Bossi definito “solo e stanco”.
 “Ringrazio Iddio che la mia fede è forte. Così riesco a superare il fatto che una testata come Famiglia Cristiana, che ormai nulla ha a che fare con la famiglia e con la cristianità, scada nell’uso di toni blasfemi e vere e proprie bestemmie e si iscriva così tra le testate dei ‘mercanti del tempio’. La mia fede mi fa resistere a certi attacchi sapendo che i mercanti del tempio saranno scacciati“, ha risposto Calderoli.
L’articolo del settimanale si riferiva al fatto che la base leghista è da tempo in subbuglio, e ancor di più dopo l’approvazione della manovra, cosa che ha costretto il leader del Carroccio ad annullare molte apparizioni in pubblico.
Ma non è tutto, perché dopo lo stesso Calderoli si scaglia contro Montezemolo dopo le sue profonde critiche alla manovra: “Finalmente sono arrivati i Montezemolo, quelle scoreggie d’umanità che non hanno mai lavorato in vita loro“.

Bossi contro Casini – Come ormai fa da giorni il leader della Lega continua a vantarsi di aver salvato le pensioni, tema molto caro soprattutto al nord.
E così ha fatto nuovamente non nascondendo la sua profonda antipatia per il leader dell’Udc, che aveva definito invotabile la manovra del governo e che molto probabilmente costringerà il governo a porre la fiducia: “La Lega ha salvato le pensioni, nonostante quello che dice quello str… di Casini“, ha detto Bossi dal palco il segretario del Carroccio. Che quindi se l’è presa con i giornalisti. “Ai giornalisti bisogna dare quattro legnate: hanno inventato una grande manifestazione dei centri sociali, ma non c’è stato niente“.

Matteo Oliviero