Melania, Parolisi parla al Riesame: Eravamo a Colle, non a Ripe

Salvatore Parolisi ha finalmente parlato ed è questa la vera, e forse unica, notizia. Il caporalmaggiore del 235° Reggimento Piceno, di stanza presso la caserma ‘Clementi’ di Ascoli Piceno, per la prima volta da quando è stato incriminato e arrestato, ha fornito la propria versione dei fatti circa quanto accaduto tra il 18 e il 20 aprile scorso tra Colle San Marco e Ripe di Civitella.
Parolisi rimane l’unico indagato per l’omicidio della moglie, la ventinovenne Melania Rea. Dopo aver deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere nel corso dei due interrogatori di garanzia, che hanno avuto luogo nelle scorse settimane davanti ai gip di Ascoli Piceno e di Teramo, il presunto uxoricida oggi ha parlato davanti al giudice del Tribunale del Riesame che domani renderà nota la sentenza circa la richiesta di scarcerazione inoltrata dai legali del militare, gli avvocati Walter Biscotti e Nicodemo Gentile.

A Colle – L’istruttore della Clementi, tuttavia, non ha fornito ulteriori dettagli: nella sua deposizione volontaria ha voluto ribadire la propria totale estraneità ai fatti, ripetendo la stessa versione già detta più volte nel corso degli interrogatori a cui è stato sottoposto nel periodo in cui per gli inquirenti era soltanto una persona informata sui fatti.
Per Parolisi, Melania è scomparsa dal pianoro di Colle San Marco poco dopo le ore 14 del 18 aprile scorso. Lì, tra i boschi del comune ascolano, i due erano saliti insieme alla piccola figlia Vittoria – diciotto mesi all’epoca dei fatti – per fare un picnic. La donna, poi, si sarebbe allontanata per raggiungere i servizi igienici di un locale poco distante dall’area giochi dove i tre si trovavano, senza però fare più ritorno.
I fatti raccolti dagli investigatori però sembrano non essere compatibili con questo racconto: Melania è stata ritrovata morta a quindi chilometri da Colle San Marco ed è sta uccisa in quel luogo nello stesso pomeriggio in cui è scomparsa. Inoltre, nessuno pare aver visto la famiglia Parolisi sul pianoro, mentre tanti dettagli nei comportamenti tenuti dal caporalmaggiore hanno convinto quasi tutti dell’inattendibilità delle sue parole.

S. O.