Home Sport Motori

F1, Schumacher festeggia i 20 anni di carriera

CONDIVIDI

Anniversario speciale – L’appuntamento iridato di Spa-Francorchamps è sempre stato speciale sia per piloti che tifosi. Un inimitabile scenario ove si è vissuta e scritta la storia della Formula uno. La particolare conformazione del tracciato, piena di sali-scendi e curvoni veloci, lo rende poi uno dei tracciati più belli al mondo, una vera università di guida per tutti i piloti di qualsiasi categoria motoristica. Quest’anno però la gara del Belgio avrà un sapore particolare per Michael Schumacher, visto che qui festeggerà in grande stile il 20° anniversario dal suo debutto in F1. Proprio qui, nell’ormai lontano 1991, un giovane pilota tedesco a bordo della Jordan iniziava l’incredibile avventura culminata con ben sette titoli mondiali.

Speranze tedesche –
La Mercedes quindi sarebbe onorata nel poter dare al suo esperto pilota una vettura pienamente competitiva e, secondo il capo di Mercedes-Benz Motorsport Norbert Haug, la natura di questo tracciato potrebbe finalmente dare risalto alle qualità delle frecce d’argento: “Sarà un weekend speciale per Michael, che segnerà il 20° anniversario dal suo debutto in Formula 1 questo fine settimana. E’ un risultato eccezionale e straordinario. Le gare a Spa sono state storicamente ricche di sorprese e il tempo per lo più ha svolto un importante ruolo. Il layout del circuito dovrebbe essere adatto al nostro attuale pacchetto tecnico, sicuramente meglio di quanto non è stato nelle due precedenti gare”.

Michael ringrazia – Inoltre la gara arriva dopo la pausa estiva di agosto, così che tutti siano al massimo delle energie e motivazioni. Dal canto suo Schumacher è certo di vivere un week-end comunque speciale: “La gara di Spa avrà certamente un tocco speciale questa volta, qui è dove ho guidato la mia prima volta una Formula 1 e vinto 20 anni fa”, ha detto. “E’ difficile credere che questo è stato tanto tempo fa. Molto è cambiato in questi 20 anni, ma una cosa no: la pista è ancora sensazionale. Adoro la natura del circuito con tutti i suoi saliscendi. Per me, Spa rimane il mio ‘salotto’. Voglio mandare in particolare un grande ringraziamento a tutti i miei fan per la loro lealtà e il sostegno che sono stato felice di ricevere durante questi 20 anni e anche dopo il mio ritorno” Il tempo passa per tutti ma, per fortuna, l’emozioni non sono ancora finite.

Riccardo Cangini