Roma: autista ubriaco causa incidente e aggredisce i vigili

Dopo l’incidente, aggredisce i vigili. Un romeno di 34 anni dovrà rispondere dei reati di guida in stato di ebbrezza, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni e rifiuto di generalità. Poteva essere una tragedia e invece lo scontro si è risolto senza gravi conseguenze. E’ accaduto a Roma la notte scorsa.

Ubriaco contromano. Poco dopo la mezzanotte di ieri il romeno, ubriaco ai limiti del coma etilico, si è messo alla guida della sua Panda e si è immesso subito contromano sul Muro Torto provocando un incidente frontale con uno scooter. Dopo l’incidente l’uomo è sceso dalla macchina e si è scagliato contro il povero centauro a terra dolorante, difeso da un metronotte che passava lì per caso. Sono volati calci e pugni, poi sono giunti anche i vigili urbani del II Gruppo allertati dalla centrale operativa. Anche i vigili sono stati malmenati dall’uomo ubriaco, ma alla fine le manette hanno avuto la meglio.

Valori nel sangue da coma etilico. Successivamente i soccorritori sono riusciti a trasportare l’uomo presso l’ospedale. Solo un potente sedativo è riuscito a bloccare la furia dell’uomo, di robusta corporatura, ricoverato all’Umberto I in attesa di essere portato a Regina Coeli per essere posto a disposizione dell’autorità giudiziaria. Dagli accertamenti clinici è emerso che il romeno guidava in stato d’ebrezza alcolica. Gli esami del sangue gli hanno riscontrato 3 g/l, un valore prossimo allo stato di coma etilico. Sono finiti in ospedale sia i vigili urbani che la vittima dell’incidente per le contusioni subite a causa della violenza del romeno.

Adriana Ruggeri