Manovra, Calderoli propone tassa su evasione fiscale

Roma – Proposte per correggere la manovra economica approvata dal Consiglio dei Ministri. Il leghista Calderoli annuncia un nuovo intervento contro chi non paga le tasse.

Tassa su evasione – Il Ministro Calderoli non frena le sue proposte, è la terza in pochi giorni. Dopo aver proposto una tassa per chi possiede due automobili, una revisione delle pensioni di chi non ha mai lavorato e proprio ieri una tassa sull’evasione fiscale.
Si tratta in effetti di una patrimoniale con detrazione delle imposte pagate.
Il ministro per la Semplificazione spiega che i patrimoni saranno lo strumento di calcolo.
Nessuna doppia imposizione il patrimonio si usa solo per far venire alla luce chi le tasse non le paga“, ha precisato il Ministro.
Su qualsiasi patrimonio, mobiliare e immobiliare, chi potrà dimostrare di aver versato i tributi previsti (che siano ires, irpef o ici) dunque non pagherà nulla. La proposta della Lega mira a far sì che sui patrimoni (dalle barche alle case, ma anche ricchezze mobiliari) venga pagata un’imposta se nessuno è in grado di dimostrare di aver pagato le tasse su quel bene. “Se passerà la proposta non avrà più motivo di esistere il contributo di solidarietà“, ha precisato Calderoli.

Calderoli: Non è patrimoniale –Io non sono d’accordo sulla patrimoniale perché sul patrimonio si sono già pagate le tasse. Ma ci siamo inventati una sorta di tassa patrimoniale sui patrimoni evasi“.
Al momento, precisa il ministro, “si tratta di una proposta attorno alla quale sta studiando la Lega con un gruppo di tecnici, riunito a Roma, al quale ora mi unirò anche io. Penso che nel pomeriggio saremo in grado di metterla nero su bianco e di proporla ai nostri alleati di governo. Poi si vedrà se sarà una proposta della maggioranza o solo della Lega. Chi ha già pagato le tasse sul suo patrimonio non ha nulla da temere. La tassa si applicherà soltanto a chi su quel patrimonio non ha pagato le tasse o le ha pagate in misura minore al dovuto. Lo strumento e’ dunque ‘patrimoniale’ ma  questa e’ una tassa sull’evasione, non una patrimoniale“.

Matteo Oliviero