125, Indianapolis: Terol ancora in pole position

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:29

125, pole Indy – Nico Terol pare aver trovato la sua pista preferita, andando in totale controtendenza rispetto a tutti i suoi colleghi che, di solito, non vedono in maniera molto positiva i continui curvoni di Indianapolis. Il giovane spagnolo invece riesce, anche in questo 2011, a fare la differenza conquistando una importantissima pole position dopo un netto dominio partito venerdì già dal primo turno. L’incredibile ritiro di Brno (con il motore della sua Aprilia in fumo mentre era in testa) ha clamorosamente riaperto l’ultimo mondiale delle ottave di litro, ed il riuscire ad imprime da subito il proprio ritmo dà un certo vantaggio psicologico da sfruttare assolutamente in vista della gara. Il gruppetto degli inseguitori, comandati da Cortese, hanno cercato di tenere il suo ritmo, ma alla fine il cronometro si è fermato a più di sette decimi.

Faticano gli inseguitori – Se per la prima posizione non vi è stata praticamente battaglia, le restanti posizioni sono state contese sino all’ultimo, con tutti i protagonisti intenti a portare il loro nome il più alto possibile sfruttando tutti i minuti rimanenti della sessione. L’italo-tedesco Sandro riesce a prendersi la seconda casella, di un soffio davanti al francese Johann Zarco e alla giovanissima promessa Maverick Vinales, quarto con un ottimo ritmo gara. Un trio che ha dato spettacolo e che promette emozioni e sorpassi, anche se le possibilità di prendere Terol restano pressoché nulle. Bravissimo Danny Kent, vice-campione Red Bull Rookies Cup e già in grado di tenere testa al ben più esperto Jonas Folger, costretto alla ottava posizione in griglia.

Piloti italiani – Completano la top-ten Sergio Gadea e il  sorprendente Alexis Masbou, protagonista con una KTM preparata dal team italiano Caretta Technology. Per quanto riguarda i nostri piloti è sempre Simone Grotzkyj Giorni a ricoprire il ruolo del migliore, tredicesimo e con ottime possibilità di recuperare altre posizioni in vista della gara. Buona progressione per Luigi Marciano, 16° con la sua Aprilia del Team Italia FMI. Lontani invece quattro secondi il campione italiano in carica Francesco Mauriello 22° e Alessandro Tonucci addirittura 24°. Vedremo se questa volta i valori visti sino ad ora saranno fedelmente rispettati, oppure se la domenica  ci riserverà altre sorprese e colpi di scena. A seguire la griglia di partenza:01)Nico Terol 02)Sandro Cortese 03)Johann Zarco 04)Maverick Vinales 05)Danny Kent 06)Hector Faubel 07)Efren Vazquez 08)Jonas Folger 09)Sergio Gadea 10)Alexis Masbou 11)Miguel Oliveira 12)Jakub Kornfeil 13)Simone Grotzkyj Giorgi 14)Adrian Martin 15)Niklas Ajo 16)Luigi Morciano 17)Marcel Schrotter 18)Louis Rossi 19)Zulfahmi Khairuddin 20)Taylor Mackenzie 21)Danny Webb 22)Francesco Mauriello

Riccardo Cangini

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!