Home Sport Motori

F1, Belgio: trionfo pieno della Red Bull. Alonso chiude quarto

CONDIVIDI

F1, Gp Belgio – La chiamano l’università della guida, una sfida magica ed intensa tra lunghi rettilinei, curvoni veloci e tornati insidiosi. Vincere qui è una sensazione unica per qualsiasi pilota ed oggi anche Sebastian Vettel può assaporare la gioia di ammirare la mitica Spa dal gradino più alto del podio. Dopo la bellissima pole di ieri, il tedesco è stato come sempre veloce ed intelligente, difendendo la prima posizione nella convulsa parte iniziale del Gp per poi rimarcare la sua autorità a suon di sorpassi, creando le perfette basi per una ultima parte di tranquillo dominio, sicuro della sua monoposto tornata irresistibile. Il campione del mondo si è assicurato questo successo non appena sopravanzata la rossa di Alonso, grazie ad una perfetta combinazione di talento e strategia, riuscendo a gestire il grossolano consumo soprattutto per quanto riguarda i pneumatici anteriori.

Sorpassi e sorprese –  L’unica difficoltà che la scuderia austriaca ha incontrato in questo week-end è stato un veloce degrado delle Pirelli rispetto a Mclaren e Ferrari, ma il muretto non si è lasciato prendere dal panico, non solo centrando l’ennesima vittoria ma aiutando Mark Webber nella risalita sino alla seconda posizione finale. L’australiano ancora una volta non ha avuto un buon scatto precipitando in ottava piazza, ma sfruttando la forza della RB7 è riuscito pian piano a scavalcare tutti quanti, regalando la gioia della doppietta a tutto il suo team. Terzo un solido Button, partito tredicesimo e bravissimo a scegliere i giusti momenti per pit-stop e sorpassi, confermando in pieno tutte le qualità viste in questa stagione. Sfortunato invece il suo compagno di box Hamilton, purtroppo ritirato causa contatto con Kobayashi. Il giovane inglese si era reso protagonista di una prima parte di corsa emozionante, salvo poi essere speronato dalla Sauber del giapponese, perdendo immediatamente il controllo della vettura ed andando a sbattere violentemente contro le barriere. Nessuna conseguenza fisica ma un altro zero che pesa in classifica.

Classifica – Quarto uno sconfitto Alonso. L’ottava casella presa in qualifica costringeva da subito ad una feroce rimonta, prontamente rispettata nei primissimi giri con lo spagnolo addirittura secondo dopo incredibili sorpassi ai danni di Rosberg, Hamilton e Massa. La Ferrari riusciva inoltre a non consumare eccessivamente le mescole, arrivando a dieci giri dalla fine subito dietro l’inarrivabile Vettel. Purtroppo però, per regolamento, i meccanici in rosso hanno dovuto montare le gomme medie, rovinando di fatto i sogni di un podio. Webber e Button sono riusciti a sopravanzarlo con estrema facilità,  sottolineando l’oggettiva inferiorità tecnica della 150° Italia. Peggio ancora Felipe, ottavo senza mai riuscire ad infastidire il duo Mercedes e lontanissimo dai migliori. Onore infine a Michael Schumacher, ottimo quinto partendo addirittura ultimo. Gli anni passano ma la classe resta. La stagione 2011  è dunque in mano a Vettel (92 punti di vantaggio dal secondo), mentre la Red Bull rimane l’indiscussa dominatrice. A seguire la classifica finale:1)Sebastian Vettel 2)Mark Webber 3)Jenson Button 4)Fernando Alonso 5)Michael Schumacher 6)Nico Rosberg 7)Adrian Sutil 8)Felipe Massa 9)Vitaly Petrov 10)Pastor Maldonado 11)Paul di Resta 12)Kamui Kobayashi 13)Bruno Senna 14)Jarno Trulli 15)Heikki Kovalainen 16)Rubens Barrichello 17)Jerome D’Ambrosio 18)Timo Glock 19)Vitantonio Liuzzi

Riccardo Cangini

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore