Home Spettacolo

X Factor 5, Simona Ventura: Rai è il passato, Sky il presente e il futuro

CONDIVIDI

Simona Ventura pronta per X Factor 5. “Sono felice, rilassata, serena, finalmente respiro aria nuova, perché a Sky mi hanno accolta bene e ho ritrovato l’entusiasmo. Ci sono professionalità eccezionali, un livello tecnologico incredibile e la possibilità di lavorare con una squadra di giovani autori che stimo”. Intervistata dal quotidiano la Stampa alle selezioni dei dodici finalisti di X Factor 5 (dal 20 ottobre su Sky Uno in prima serata), Simona Ventura non nasconde il proprio entusiasmo per la nuova avventura che su Sky la vedrà impegnata nella giuria assieme a un ritrovato Morgan, a Elio e Arisa.

“La Rai è il passato, Sky il presente e il futuro”. SuperSimo risponde così a chi le chiede un confronto tra la vecchia e la nuova casa. E al direttore del Tg1 Augusto Minzolini, che qualche giorno fa l’ha etichettata come “ingrata” per aver parlato male della Rai dove la presentatrice è cresciuta e diventata ricca e famosa, risponde secca: “da che pulpito“. X Factor 5 non sarà l’unico progetto a cui lavorerà la soubrette piemontese, che dal 23 settembre sarà la testimonial del lancio di Sky Uno in HD 24 ore al giorno. Ma non basta: la Ventura presenterà sul canale di Murdoch anche la Notte degli Oscar e lavorerà, poi, a un nuovo reality politicamente scorretto del quale per il momento nessuno vuole anticipare nulla.

Tra Rai e Sky le differenze sono tante: “Con il direttore artistico di Sky Giampiero Solari sto selezionando parecchi format americani e inglesi interessanti che mi piacerebbe portare in Italia. Rispetto alla Rai non ci sono i paletti che impedirebbero la messa in onda di show anche politicamente scorretti. Ho sempre amato osare, andare fuori dalle righe e sono convinta che potrò mettere in pratica il mio modo di fare tv senza il fardello gli ascolti“, spiega un’euforica Ventura. Quanto ai suoi nuovi compagni di avventura, ritrovare Morgan è stato “bellissimo – racconta la presentatrice – e comunque ricordo che fui la prima a biasimare chi, quando successe il patatrac, non si spese per salvargli la faccia. Le faccende personali di ognuno di noi dovrebbero rimanere tali e nel suo caso si è passato il segno. Morgan è uno dei musicisti più in gamba che conosca e standogli vicino non passa giorno senza che si impari qualche cosa. Elio è una certezza e la giovane Arisa è stata una sorpresa per tutti. Competente e divertente”.

R. E.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram