Manovra, Tremonti: Nessun condono. Preoccupazione in Europa

Roma – Tremonti rassicura su possibili scudi fiscali parlando alla Commissione di bilancio del Senato. Intanto l’Europa avverte: “Preoccupati che ci si affidi troppo alla stretta fiscale“.

Tremonti: Nessuno scudo – Tremonti pone fine alla voci che parlavano di probabili scudi fiscali contenuti nella manovra. Ieri, parlando alla Commissione Bilancio del Senato ha rassicurato, nessun condono o scudo fiscale è al vaglio del governo.
Il ministro infatti conferma che non è intenzione del governo “ procedere a nessuna misura di condono, poiché si tratterebbe di un intervento una tantum che genera introiti di cassa, ma che non modifica l’assetto della finanza pubblica“.
Tremonti rassicura anche sugli effetti della manovra sui conti pubblici: “non c’è un eccessivo squilibrio della componente fiscale rispetto ai tagli alla spesa: Credo che non possano essere condivisi i rilievi formulati nei confronti della manovra circa un eccessivo squilibrio della componente fiscale rispetto alla decurtazione della spesa. La proporzione inizialmente prevista viene infatti mantenuta e confermata, ove si consideri che il contributo di solidarietà viene sostituito da misure prettamente fiscali, quantunque nella loro gestione vengano inclusi i governi locali“, ha concluso Tremonti.

La preoccupazione dell’Ue – Dall’Unione Europea intanto arrivano per il governo segnali di allarme rispetto alle ultime modifiche apportate alla manovra. “Siamo preoccupati dal vedere un eccessivo affidamento alle misure sulla lotta contro l’evasione fiscale“, ha affermato Amadeu Altafaj, il portavoce del commissario Ue agli Affari economici e monetari, Olli Rehn.
Parole rassicuranti arrivano invece dalla Germania, dove il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, ha detto che il governo tedesco ha “piena fiducia che l’Italia, anche con i recenti cambiamenti alla manovra, approverà le misure necessarie a rispettare il risparmio previsto per arrivare agli effetti attesi sul bilancio pubblico“.

Matteo Oliviero