Pollica, il ricordo di Vassallo a un anno dalla morte

Così si ricorda Angelo Vassallo – Il 5 settembre ricorre l’anniversario della morte di Angelo Vassallo, indimenticato sindaco di Pollica, comune della provincia di Salerno, che l’anno scorso venne colpita all’improvviso dalla notizia dell’omicidio del “sindaco pescatore”. Ricordato tutt’oggi con grande affetto dai cittadini del luogo e anche dal resto d’Italia con attestati di stima come l’intitolazione di un centro direzionale del PD a Milano, Angelo Vassallo sarà al centro di due importanti eventi culturali che si terranno ad Acciaroli, la più nota delle frazioni di Pollica, in questi giorni.

Al di là del mare – Il primo evento si terrà domani, 3 settembre, sul Porto di Acciaroli, una delle creature dello stesso Vassallo che ne coordinò la ristrutturazione e il rinnovo circa due anni fa. Alle 20:30 verrà presentato il film documentario diretto da Luca Pagliari, noto autore di cortometraggi di recente al lavoro su “Cento anni d’azzurro” realizzato in occasione del centenario del Novara Calcio: “Al di là del mare” raccoglierà le testimonianze degli umili, gli abitanti del paese che Vassallo ha reso grande e migliore, accompagnando gli spettatori nel percorso di restauro effettuato dall’ex sindaco di Pollica.

Il sindaco pescatore – Il 5 settembre, invece, sempre ad Acciaroli, alle 18.30 verrà presentato “Il sindaco pescatore”, libro scritto a quattro mani da Dario Vassallo, fratello di Angelo, e Nello Governato, ex centrocampista della Lazio e giornalista di Tuttosport. Edito da Mondadori, il libro si pone l’obiettivo di narrare ai lettori la sinergia delle due anime che vivevano in Vassallo: quello del pescatore e quello del sindaco. Nella speranza, come detto anche dagli autori, che l’opera possa essere letta prima di chiunque altro dagli 8000 sindaci italiani, si cercherà di preservare lo spirito di Angelo Vassallo, per il quale ancora capeggia uno striscione sul porto di Acciaroli alla memoria di un uomo che provò a cambiare l’evolversi errato delle situazioni sociali.

Mario Petillo