Abatantuono leghista tutto da ridere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:29

Abatantuono lega Venezia. E alla fine dopo la lunga polemica sterile di qualche assessorucolo, è finalmente approdato alla mostra del cinema di Venezia Cose dell’altro mondo. Il film che si annunciava come il più politicamente scorretto della rassegna controcampo italiano non ha deluso le aspettative suscitando risate e applausi da parte del pubblico. Un pubblico che, per fortuna, se n’è fregato dei commenti a prescindere di qualche esponente politico della lega nord che, ancor prima di vedere il film, si era prodotto in accuse sprezzanti millantando che la pellicola avrebbe screditato il buon nome dell’Italia e in particolare dei veneti. Per fortuna una liberatoria risata è arrivata a seppellire queste considerazioni da quattro soldi lasciando che fosse solo lo schermo a parlare.

Abatantuono mattatore. E lo schermo ci ha detto che il film del redivivo Francesco Patierno ha conquistato tutti con la sua favola moderna in cui le ipocrisie di un paese che professa l’integrazione solo a parole, è messa alla berlina. La storia tratta infatti di un paese del nord  italia da cui un giorno spariscono tutti gli immigrati. Il tema come si può capire è caldo e a metterci il carico da undici c’è un superlativo Diego Abatantuono che gigioneggia nei panni di un assessore leghista regalando una caricature azzeccata che ha strappato applausi a scena aperta durante la proiezione odierna. Accanto a lui un cast solido tra cui spiccano i nomi di Valentina Lodovini e di quello che probabilmente oggi è il miglior attore italiano della sua generazione: Valerio Mastandrea. Detto questo il film esce oggi nelle sale. Sarebbe proprio il caso di dire: Accattatevill

Simone Ranucci

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!