Basket, Europei: suicidio Italia con la Francia, addio qualificazione

Basket, Europei – L’Italia dice addio all’Europeo lituano e, conseguentemente, anche alle Olimpiadi di Londra del prossimo anno: la sconfitta con la Francia chiude alla nazionale di Pianigiani ogni velleità di passare il primo turno della competizione continentale.
Ma la sconfitta, per quanto annunciata e pronosticata, è arrivata al termine di un match ben giocato dall’Italia sino agli ultimi giri di lancetta, quando gli azzurri sono crollati lasciando spazio ad una Francia dove Parker non ha inciso e si è seduto in panchina per tutto il finale del match.
A poco sono servite le giocate dei 3 Nba, che fanno segnare 49 punti in 3: i transalpini vincono 91-84. E noi salutiamo la Lituania (oggi si gioca con Israele giusto per le statistiche).

Inizio promettente – Il primo quarto non era cominciato male per gli azzurri, anzi: un Bargnani ancora spettacolare come contro la Lettonia e un “Gallo” propositivo avevano spinto i compagni sino al +7. Poi Parker approfittava della marcatura quantomeno blanda di Maestranzi (utile nazionalizzarlo? I dubbi aumentano) e segnava 4 punti che ricucivano le distanze alla prima sirena.
Nel secondo quarto si inizia con una serie di errori da una parte e dall’altra: nessuna delle due squadre approfitta delle percentuali basse dell’altra e si rimane incollati a pochi punti. Serve, in chiusura, un Belinelli che rispolvera i tiri ignoranti di “Basiliana” memoria: due triple apparentemente senza senso che scuotono l’orgoglio dei tifosi azzurri e portano a +7 l’Italia a metà gara.

Declino – Con un Parker che non fa il fenomeno, la nazionale di coach Pianigiani trova soluzioni anche da chi non ti aspetti: il capitano Mordente e Cararretto trovano buone soluzioni offensive e permettono alla nazionale azzurra di trovarsi a +7 nonostante Diaw e Noah facciano il bello e il cattivo tempo nel pitturato.
L’ultimo quarto parte con due frecce che colpiscono l’Italia in pieno petto: le triple di Gelabale e Tchicamboud permettono ai francesi di ridurre le distanze in men che non si dica. Si rimane tra pareggi e controsorpassi sino all’81 pari quando Gallinari mette solo 1 dei 2 liberi che si era conquistato mentre Diaw faceva centro 2 volte. E’ l’ultimo sorpasso: l’Italia si disunisce, prende tiri discutibili (da 3 ha una buona chance il “Mago” ma la spreca) e allora la Francia prende il largo. Finisce 91-84, l’Italia è fuori.
E ripartire non sarà facile: ci aspettano le qualificazioni per l’Europeo in Slovenia del 2013.

Edoardo Cozza