Ferisce la moglie e tenta di uccidere il suo amante. Arrestato Romeno

Un altro episodio di violenza ai danni di una donna: è successo ieri a Scandicci, un comune di circa 50mila abitanti che sorge nell’area collinare ad ovest di Firenze, ed, a farne le spese, questa volta, è stata una romena di 32 anni, ferita dal marito con un coltello.

Romeno accusato di tentato omicidio – L’uomo, anch’egli romeno, di 35 anni, aveva scoperto che la moglie portava avanti da diverso tempo una relazione extraconiugale con un muratore italiano di 39 anni. Sabato sera, al termine di un acceso alterco, il romeno aveva picchiato brutalmente la moglie e l’aveva colpita con un coltello ad una mano ed alla testa. La donna era riuscita a sottrarsi al suo aggressore ed a scappare, portando con sè le figlie, di 15 e 6 anni. Non contento, però, l’uomo ieri mattina è sceso di casa per cercare la moglie ed il suo amante, portando in auto anche il coltello che aveva già utilizzato per ferire la donna. Verso mezzogiorno, il romeno ha trovato l’uomo in via Vivaldi, nelle vicinanze della stazione dei carabinieri, presso la quale la moglie aveva già precedentemente presentato denuncia. Il romeno ha prima speronato l’auto del muratore, poi l’ha costretto a scendere dalla vettura ed ha iniziato a colpirlo con calci e pugni, minacciando di ucciderlo. Provvidenziale è stato l’intervento dei militari dell’Arma i quali, avendo osservato la scena dalle telecamere di videosorveglianza poste all’esterno del comando, sono immediatamente intervenuti, evitando che la colluttazione potesse degenerare. Il romeno, infatti, aveva con sé il coltello ed aveva intenzione di usarlo contro il suo rivale. Dopo aver tentato di opporre resistenza ai carabinieri, l’uomo è stato arrestato e condotto nel carcere di Sollicciano. La moglie, invece, è stata curata presso il pronto soccorso di Careggi per una ferita da taglio alla mano destra e alla testa, oltre ad escoriazioni multiple e guarirà in 15 giorni. Il muratore italiano, invece, ha riportato ferite guaribili in 20 giorni: trauma toracico, trauma cranico e frattura di una mano.

Francesca Theodosiu