Giappone, tifone Talas continua a seminare distruzione: già 27 i morti accertati

Giappone, tifone Talas. La natura purtroppo non smette di ribellarsi in Giappone. Il paese del Sol Levante infatti è alle prese con il tremendo tifone Talas, che in queste ore sta causando tante vittime e notevoli danni alla parte centro-meridionale della nazione asiatica. L’ultimo bilancio stilato dai media giapponesi parla di 27 morti accertati, e di una cinquantina di persone disperse, che la protezione civile e le squadre di soccorso nipponiche stanno cercando di salvare proprio in questi istanti. I giornalisti giapponesi hanno anche accertato che le persone rimaste isolate per i gravi danni causati dal tifone sono circa 3.600.

Talas ora punta verso nord – Talas è il peggior tifone che si sia abbattuto sul Giappone dall’ottobre 2004, ed è arrivato sul paese asiatico dopo il tremendo e catastrofico terremoto dello scorso 11 marzo. Con le sue piogge torrenziali e con i suoi forti venti, Talas ha messo in ginocchio le prefetture centro-meridionali del paese nipponico. I soccorritori parlano addirittura di vaste aree alle prese con inondazioni e frane, dove la macchina della solidarietà non è ancora arrivata, e dove i morti accertati potrebbero essere molti di più rispetto a quelli contati sinora. Il Governo giapponese segue comunque l’evoluzione della situazione ora dopo ora, ed ha anche imposto lo stato d’allerta in 38 delle 47 prefetture, visto che il tifone Talas starebbe per colpire la parte settentrionale del paese.

Simone Lo Iacono