Home Spettacolo Cinema

“Il mundial dimenticato”: quando la Patagonia ospitò i mondiali di calcio

CONDIVIDI

Documentario – Il Mundial sbarca al Lido di Venezia. Hanno finalmente un nome i vincitori dei Mondiali di calcio del 1942, svelati a quasi sessant’anni di distanza dal film documentario di Lorenzo Garzella e Filippo Macelloni, “Il Mundial dimenticato”, in programma questa sera alle 22, nel corso delle Giornate degli Autori. Una coproduzione italo-argentina, realizzata con il sostegno del Ministero dei Beni Culturali e in collaborazione con Rai Cinema, Cinecittà Luce e Rai Trade (che curerà le vendite internazionali), che punta a fare luce su uno dei misteri irrisolti delle cronache sportive internazionali.
Nessuno sa infatti dire con esattezza chi vinse i campionati del mondo del ‘42. E nessuno ricorda più la formazione della nostra nazionale di allora, chiamata a difendere il titolo conquistato nel 1938. Ovviamente c’era la guerra a oscurare gli spensierati resoconti sportivi di quel tempo, ma a distanza di quasi sessanta anni qualcuno ha deciso di fare luce sulle pagine dimenticate della nostra storia. “Il Mundial dimenticato” è così un film documentario, realizzato con un paziente lavoro di archivio (grazie anche a materiali inediti di Cinecittà Luce) e ricostruzioni storiche (con le autorevoli testimonianze di Gary Lineker, Roberto Baggio, Joao Havelange, Darwin Pastorin e Antonio Battilocchi, difensore della nazionale italiana degli anni Quaranta), che ha consentito di identificare il vincitore della Coppa del Mondo 1942 e scrivere il nome mancante nell’albo d’oro del calcio.

Per la presentazione del documentario, il Lido verrà un po’ messo a soqquadro a suon di calcio. A partire dal mattino, Gunther Celli e Kevin Gomes del “Footwork team”, unico team italiano di professionisti nel soccer freestyle animeranno, in costume d’epoca, le strade del Lido con performance di calcio acrobatico. Alle 18.00, prima della proiezione, avrà inizio la partita tra Nazionale Italiana Scrittori e Nazionale Italiana Cineasti, che si contenderanno la “Copa del Mundo de Fùtbol” messa in palio dalla Verdeoro di Daniele Mazzocca, produttore del film. Due tempi da 20 minuti ciascuno, che verranno disputati sulla spiaggia del Des Bains, con l’arbitraggio di Gianni Ippoliti (arbitro federale) e la “fanta-cronaca” a bordo campo di Max Paiella.

R. D. B.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore