Rinnovabili: E.On si espande nel solare in Europa con due impianti fotovoltaici in Sardegna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:01

A conferma del suo impegno a sviluppare progetti di impianti a energia solare in tutt’Europa, E.On ha annunciato oggi la costruzione di due nuove strutture in Italia. Due tra i più grandi impianti fotovoltaici della società ad oggi, da una capacità complessiva di 29,6 MW, sorgeranno infatti in Sardegna, rappresentando, rispettivamente, il sesto ed il settimo messi in piedi dalla multinazionale negli ultimi 18 mesi.
Fiume Santo 2 (FS2) e 5 (FS5), questi i nomi delle due strutture, saranno ubicati nella zona di Porto Torres, nel nord-ovest della Sardegna, e saranno collocati nei pressi di una centrale di carbone già esistente della stessa E.On.

Il più grande progetto fotovoltaico in portafoglio. Quando Fiume Santo “verrà completato, genererà 17,88 MW di energia rinnovabile dal sole e sarà il più grande progetto fotovoltaico del portafoglio solare di E.On”, recita una nota della società.
“Entrambi gli impianti utilizzano moduli fotovoltaici in silicio cristallino”. La costruzioni di FS2 e FS5 è già iniziata rispettivamente a giugno e a luglio, e a regime, i due impianti genereranno energia sufficiente a soddisfare l’esigenza media annua di circa 20.000 famiglie. “Durante i lavori di costruzione delle centrali FS2 e FS5 saranno impiegate circa 100 persone, dando prevalenza al personale locale”.

Sardegna focus primario del comparto. “La Sardegna si conferma il focus primario per lo sviluppo del fotovoltaico in Italia. I nostri obiettivi di breve termine sono di accrescere ulteriormente il parco produttivo da fotovoltaico nella regione, dando impulso alle attività locali e allo sviluppo del territorio con attività rinnovabili per i prossimi anni. In virtù dell’accordo siglato lo scorso anno con la Regione Sardegna, rinnoviamo il nostro impegno a sostenere la ricerca sulla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili per i prossimi tre anni presso l’Università di Sassari”, ha dichiarato Miguel Antoñanzas, Presidente e Amministratore Delegato di E.On Italia.

La presenza di E.On in Italia e in Europa. “Sono soddisfatto che negli ultimi 9 mesi abbiamo messo in esercizio 5 impianti fotovoltaici per una capacità complessiva pari a 23,6 MW in Italia e Francia. Con il completamento di FS2 e FS5 entro la fine del 2011 consolideremo la nostra presenza in Europa nel fotovoltaico, raggiungendo una capacità complessiva di circa 60 MW”, è quanto ha sottolineato Christophe Jurczak, Direttore del Solare Fotovoltaico in E.On Climate & Renewables.
Nel 2009 la multinazionale, a capitale interamente privato e il cui management ha sede a Dusseldorf, ha installato il suo primo impianto fotovoltaico, con una capacità di 1,4 MW, sul sito di Fiume Santo. Altri due impianti si trovano in provincia di Taranto e Alessandria, con una capacità complessiva di 9 MW e i lavori sono iniziati alla fine del 2010. Altri due impianti, infine, sono stati completati nei primi mesi di quest’anno in provincia di Pavia e Viterbo, con una capacità, rispettivamente, di 2,7 e 4 MW.

M.N.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!