Roma: fermato il vandalo che ha danneggiato la Fontana del Moro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:56

E’ stato fermato questa mattina in via dell’Anima, dai carabinieri della stazione mobile di Piazza Navona, il vandalo che due notti fa ha danneggiato la Fontana del Moro a Roma. I carabinieri dell’arma sono riusciti ad individuarlo grazie alle riprese delle telecamere di sicurezza , che hanno consentito di identificare l’uomo dalla corporatura e dalle scarpe che indossava, le stesse che aveva ai piedi la notte di sabato, durante il raid vandalico. L’uomo, che non aveva con sé documenti, ha dichiarato di avere 52 anni e di essere di Roma.

Vandalo seriale – «Un atto vandalico così demenziale è una vera e propria offesa alla nostra città – ha sottolineato il sindaco Alemanno – Mi auguro che anche attraverso le telecamere istallate in piazza Navona si possano immediatamente individuare i responsabili di questo gesto per punirli in maniera esemplare». «Ogni offesa ai beni artistici del centro storico di Roma, tutelato dall’Unesco come patrimonio dell’umanità – ha concluso – deve essere sanzionata come una dei più gravi atti di inciviltà». «Questa mattina sono stati recuperati i frammenti di uno dei mascheroni della fontana del Moro danneggiati. – ha dichiarato, invece, Dino Gasperini, assessore alle Politiche Culturali di Roma Capitale – «Il restauro partirà immediatamente. Stiamo sbobinando le registrazioni delle telecamere di controllo. Contiamo di identificare al più presto il responsabile di questo atto gravissimo contro il patrimonio dell’umanità, per il quale chiediamo una pena esemplare». Fin dalle prime indagini si era supposto che l’autore dello scempio fosse un vandalo seriale e così, ineffetti, è stato: il respondabile dei danneggiamenti della Fontana di Piazza Navona, infatti, ha confessato di essere l’autore anche del raid vandalico compiuto ai danni della Fontana di Trevi.

Controlli serrati nella Capitale – Milleduecento telecamere istallate e pronte ad immortalare qualunque episodio anomalo si verifichi nella Capitale e l’annuncio di altre sessanta in prossimità del Colosseo: a due giorni dall’episodio di vandalismo che ha visto coinvolte due delle fontane più belle della città, tutti i monumenti di Roma sono stati posti sotto sorveglianza speciale. Il restauro della Fontana del Moro è partito già questa mattina e, secondo il sovrintendente ai Beni Culturali, Umberto Broccoli, il monumento sfregiato ha subito un danno «di qualche decina di migliaia di euro. Una spesa che graverà sulle tasche dei contribuenti».

Francesca Theodosiu

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!