Euro 2012, Italia-Slovenia 1-0: Pazzini-gol, azzurri qualificati

Italia-Slovenia 1-0 – Missione compiuta. L’Italia stacca il biglietto per gli Europei della prossima estate con due gare d’anticipo. Gli azzurri battono la Slovenia grazie ad un gol di Pazzini a 5′ dal termine e festeggiano a Firenze la qualificazione. Un successo meritato, grazie soprattutto ad un buon primo tempo, in cui i ragazzi di Prandelli vanno vicini al gol in più di una circostanza senza mai trovare il guizzo decisivo. Seconda parte di gara completamente diversa, soprattutto fino all’ingresso in campo di Pazzini prima e Balotelli poi, che danno grande impulso al gioco della nostra Nazionale. Da una giocata di Marchisio, altro nuovo entrato, il gol da tre punti: l’Italia è già in Polonia e Ucraina.

Azzurri, quante occasioni – L’Italia parte con il piede pigiato sull’acceleratore. Dopo appena 24” Giuseppe Rossi, ben lanciato da De Rossi, calcia di destro, trovando i piedi di Handanovic. Poco più tardi Balzaretti va sul fondo e crossa per Montolivo che di testa sfiora il montante. Lo stesso Montolivo assiste De Rossi al 6′: sinistro a lato. Ancora azzurri protagonisti al 18′: filtrante di Cassano per Rossi il cui sinistro è ciabattato. Pochi minuti dopo, prima conclusione slovena: Vrsic impegna Buffon con una botta da fuori. Alla mezz’ora Italia vicinissima al vantaggio quando De Rossi viene anticipato sulla linea da Cesar. Lo stesso De Rossi sfiora la traversa con un colpo di testa 3′ più tardi. Nel finale di tempo la Slovenia si fa più intraprendente. Koren ci prova dal limite, Buffon respinge. Il portierone azzurro si ripete al 40′, su diagonale dalla distanza di Krim. La prima frazione si chiude con un bel destro di Cassano che sfiora l’incrocio.

Ripresa lenta, poi il lampo – La seconda parte di gara è molto più sonnacchiosa. Gli azzurri sono lenti e farraginosi e la manovra ne risente. Per vedere i nostri dalle parti di Handanovic bisogna attendere il 23′, quando l’Italia sfiora tre volte la rete in un solo minuto: De Rossi si vede respingere due conclusioni prima da un difensore e poi dal portiere sloveno, poi è Rossi a sparare alto da posizione favorevole. Al 32′ Pecnik, appena entrato, ci prova di sinistro ma Balzaretti si oppone. Due minuti dopo Handanovic controlla male e rischia di combinarla grossa: Pazzini, subentrato a Cassano, non ne approfitta. Al 36′ è Marchisio a tentare la via della rete con un destro radente che sfiora il montante. Al 40′, quando ormai la partita sembra avviata verso lo 0-0, ecco il lampo: lancio verticale di Marchisio, rimpallo in area slovena, Pazzini è il più lesto di tutti e insacca di destro. E’ il gol che decide gara e qualificazione.

Pier Francesco Caracciolo